Menu
Categories
TONDO TIFA FERRARI SU STAMINA
28 Marzo 2014 Comunicati
Share Button

“E’ opportuno conoscere quali azioni la presidente Serracchiani intenda adottare nei confronti del Governo per tutelare l’immagine del Professor Mauro Ferrari, illustre mente del Friuli Venezia Giulia, inizialmente selezionato dal ministro della Salute Lorenzin quale potenziale presidente del Comitato Tecnico Scientifico chiamato a decidere se il metodo Stamina possa essere oggetto di una sperimentazione vera e propria e poi sparito dai possibili componenti dell’organismo a seguito di alcune dichiarazioni apparse su un quotidiano nazionale (Corriere della Sera – nell’interrogazione allegata le dichiarazioni) che avrebbero indotto l’Avvocatura dello Stato a suggerire al Ministro di non nominare il prof. Ferrari alla guida del Comitato”.

TONDO

A chiedere l’intervento del presidente della Regione FVG per fare chiarezza sulla vicenda è il consigliere regionale di centrodestra, Renzo Tondo.

“Rilevato – continua Tondo – che , a seguito delle indicazioni dell’avvocatura dello Stato, il Ministro Lorenzin ha nominato il terzo Comitato con a capo della nuova compagine di scienziati Michele Baccarani e che la lista degli esperti è stata sottoposta in via preventiva all’esame dell’avvocatura stessa, posto che il Comitato precedente con Presidente Mauro Ferrari, designato a dicembre, era stato ritenuto non idoneo nonostante nel comunicato del 28 dicembre 2013 il ministero della Salute era stato segnalato che il Presidente doveva essere un “GARANTE”, non necessariamente un neurologo, né clinico, né esperto di staminali, proprio per garantire obiettività al lavoro svolto dal Comitato”.

 

“Considerato che il professor Ferrari, essendo un esperto in nanotecnologie applicate alla medicina presentava un eccellente e prestigioso profilo accademico compatibile con le indicazioni del ministero, è opportuno che la Presidente si attivi per capire cosa sia successo, anche in considerazione del fatto che il Ministro ha affermato alla stampa che avrebbe mandato al Professor Ferrari una lettera di spiegazioni che lo stesso tutt’ora non ha ricevuto”.

 

XI LEGISLATURA – ATTI CONSILIARI – PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI

INTERROGAZIONE

Oggetto: Sulla mancata designazione del Prof. Ferrari per la presidenza del nuovo Comitato Tecnico Scientifico.

Il sottoscritto Consigliere regionale Renzo TONDO (Gruppo Misto),

PREMESSO che in data 28 dicembre 2013 il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin aveva selezionato i nomi che avrebbero composto il Nuovo Comitato Tecnico Scientifico che avrebbe dovuto decidere, come prevede la legge, se il Metodo Stamina può essere oggetto di una sperimentazione vera e propria;

CONSIDERATO che era stato indicato in qualità di potenziale Presidente del Comitato Mauro Ferrari, scienziato di fama internazionale, Presidente e CEO dello Houston Methodist Research Institude, Vice Presidente esecutivo dello Houston Methodist Hospital,Vice Preside e Professore di medicina presso il Weill Cornell Medical College di New York, Presidente della Alliance for Nanohealth;

RILEVATO che il compito del Comitato è quello di stabilire se esiste un fondamento scientifico nel Metodo Stamina;

ATTESO chelo stesso Professor Ferrari, scienziato udinese di fama internazionale, esperto in nanotecnologie applicate alla medicina presentava un eccellente e prestigioso profilo accademico, come sopra succintamente indicato;

RILEVATO, altresì, che nel corso del mese di gennaio il Professor Ferrari rilasciava alcune dichiarazioni all’inviato di un quotidiano e nella fattispecie affermava: “… E’ naturale che questa sia una situazione complicata, poiché questo è il primo caso importante relativo alla così detta medicina rigenerativa in Italia, e questa avrà aspetti enormi che impatteranno sulla medicina stessa …” ancora “ … io voglio ringraziarvi. Pensiamo a dove stava il Paese rispetto a questa discussione, alcuni mesi fa, prima che voi iniziaste ad alzare il livello della conversazione e vediamo dove stiamo adesso …” e ancora: “… assolutamente non sono a favore della deregolamentazione. E’ necessario che il Paese abbia regole rigorose per l’approvazione di terapie nuove. E’ parimenti necessario che le leggi sull’approvazione vengano seguite con grande scrupolo, per garantire quanto possibile la sicurezza e l’efficacia delle nuove terapie, e pure l’uso ottimale delle risorse del sistema sanitario. ”Corriere della Sera”;

RISCONTRATO che a seguito di tali dichiarazioni l’Avvocatura dello Stato avrebbe suggerito al Ministro Lorenzin di non nominare Mauro Ferrari alla Presidenza del Comitato che doveva valutare il Metodo Stamina, perché con tali dichiarazioni si sarebbe sbilanciato troppo a favore del Metodo medesimo;

RILEVATO anche che, a seguito delle indicazioni dell’avvocatura dello Stato, il Ministro Lorenzin ha nominato il terzo Comitato con a capo della nuova compagine di scienziati Michele Baccarani e che la lista degli esperti è stata sottoposta in via preventiva all’esame dell’avvocatura stessa, posto che il Comitato precedente con Presidente Mauro Ferrari, designato a dicembre, era stato ritenuto non idoneo;

CONSIDERATO che non si è ben capito per quale motivo il Professor Mauro Ferrari sia stato ritenuto “non idoneo”, posto che nel comunicato del Ministero del 28 dicembre era stato segnalato che il Presidente doveva essere un “GARANTE”, non necessariamente un neurologo, né clinico, né esperto di staminali, proprio per garantire obiettività al lavoro svolto dal Comitato;

ATTESO altresì che Mauro Ferrari alle accuse di incompetenza e inopportunità ha ribadito: “…non sono un neurologo, né un pediatra e neppure un medico, sono stato contattato dal Ministro per presiedere il secondo Comitato e in preparazione di questo possibile ruolo ho presentato i principi e i valori etici sui quali credo si debba basare il Comitato: compassione verso i pazienti, rigore scientifico, assoluta imparzialità. Non mi aspettavo attacchi e strumentalizzazioni. Se mettersi dalla parte dei malati e capire il loro dramma si considera una colpa, vuol dire che non si ragiona più.” Ancora “… ascolterò chiunque abbia informazioni considerazioni e suggerimenti. Io, sia ben chiaro, non sono a priori né a favore né contro Stamina” (Corriere della Sera);

TUTTO CIÒ PREMESSO

INTERROGA

La Presidente della Regione per sapere:

  • quali azioni intenda porre in essere presso il Governo Nazionale e quali atti intenda adottare per tutelare l’immagine del Professor Mauro Ferrari, illustre mente del Friuli Venezia Giulia, anche in considerazione del fatto che il Ministro ha affermato alla stampa che avrebbe mandato al Professor Ferrari una lettera di spiegazioni che lo stesso tutt’ora non ha ricevuto.

Trieste, 24/03/2014 Renzo TONDO

 

Lascia un commento
***