Telenovela Pontebba – Nassfeld Pramollo: spunta l’ipotesi referendum

Share Button

Elisa Battaglia, assessore provincia Udine: “Dirottare i fondi su altre iniziative più vantaggiose per la Regione: un polo termale a Tarvisio e un collegamento tra Forni Avoltri e Sappada”

 pramollo

“Dirottare i fondi dedicati al progetto Pramollo su altri interventi più vantaggiosi per la nostra Regione come la creazione di un polo termale a Tarvisio e una funivia che colleghi Forni Avoltri e Sappada”. La proposta è dell’assessore provinciale Elisa Battaglia che critica il collegamento tra Pontebba e Pramollo, “progetto pensato con la speranza di rilanciare l’economia locale – aggiunge Battaglia – senza tener conto però che gli impianti sono in Austria e che quindi i denari finirebbero nelle tasche di imprenditori austriaci come le relative imposte compresa l’Iva (che come ormai tutti sanno, se spesa in Regione, per l’80% rimarrebbe alla Regione stessa)”.

“Non è forse il caso di bloccare questa iniziativa – osserva l’assessore provinciale – che non porterà nessun beneficio alla nostra Regione e dirottare le risorse previste (quasi 50 milioni di euro) verso altri investimenti meno a rischio e più proficui? Perché – propone Battaglia – non creare un centro termale nel Tarvisiano così da offrire un’alternativa ai turisti completando e destagionalizzando l’offerta turistica e trattenendo in regione il flusso diretto alle terme austriache? E poi, in virtù del passaggio del comune di Sappada dal Veneto al Fvg, perché non sviluppare quel polo sciistico in collegamento con Forni Avoltri? Il progetto c’è già e a Forni Avoltri ci sono strutture ricettive funzionanti complete di impianti sportivi e piscine con 1000 posti letto”.

“La Regione – prosegue Battaglia – dovrebbe ripensare le proprie strategie d’investimento anche perché tra crisi economica e patto di stabilità le ingenti risorse destinate all’impianto austriaco potrebbero essere le ultime che potranno essere investite per il nostro turismo montano nei prossimi anni (negli ultimi 15 anni, la Regione ha investito 216 milioni di euro e non tutti i modo azzeccato. Come, a esempio, l’impianto di collegamento tra la stazione sciistica di Sella Nevea e quella slovena di Bovec che da due anni è inattiva perché la società degli impianti di risalita slovena è fallita e così un investimento di 6 milioni è praticamente inutilizzato)”. “Potrebbe anche essere il caso  – conclude l’assessore – di rivolgersi ai cittadini mediante un referendum per capire se preferiscano un impianto al servizio degli impianti austriaci oppure un centro termale a Tarvisio ed un collegamento tra Forni Avoltri a Sappada, due cittadine friulane”.  

Redazione

7 commenti

  1. claudio says:

    Gen 21, 2014

    Rispondi

    Ma questa Elisa Battaglia, sa come stanno le cose o parla a vanvera? Forse si cercano solamente consensi per cercare di salvare l’ente Provincia? Siamo già in campagna elettorale a cercare voti?

    • Giorgio says:

      Gen 21, 2014

      Rispondi

      Le cose stanno in questo modo: per far contenta la senatrice renziana il fvg butterà 50 milioni e il risultato sarà la riduzione del turismo a tarvisio e a sella mentre ci sarà un incremento in Austria.

  2. segretaria says:

    Gen 21, 2014

    Rispondi

    la regione non farà mai il collegamento di pontebba !!!

    • Claudio says:

      Gen 22, 2014

      Rispondi

      Se così fosse, almeno dovrebbe essere così corretta da dirlo pubblicamente e ufficialmente, ma avendo deliberato per la fattibilità dell’opera, non credo possa farlo così facilmente. Però siamo in Italia e le bandiere si cambiano molto velocemente…

  3. biancaneve says:

    Gen 26, 2014

    Rispondi

    siete mai stati a pontebba?
    in inverno sempre in ombra
    la ferrovia sopraelevata che taglia il centro del paese
    vista autostrada sopraelevata
    zero alberi
    nevica raramente (500metri)

    • alex says:

      Gen 27, 2014

      Rispondi

      il progetto non solo è approvato e già finanziato ma si trova nella sua fase conclusiva in cui si aprirà il bando di gara per l’ assegnazione della commessa a dopplmeyer (principale proponente)Mi risulta che siano già iniziati i primi lavori preparatori lungo il tracciato della funivia. La sen.De Monte opera con intelligenza e lungimiranza e segue il progetto passo per passo.

  4. Donato says:

    Gen 27, 2014

    Rispondi

    Bisognerebbe spiegare al assessore Battaglia che gli impianti di risalita hanno costi di gestione altissimi e in Italia sono spesso in perdita,vedi Promotur per cui è meglio che li gestiscano gli Austriaci che sanno come fare e hanno già tutto pronto,in Italia si devono creare posti letto di conseguenza posti di lavoro,

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news