SERRACCHIANI: UniUD, UniTS e Sissa motori di sviluppo da integrare

Share Button

DALLA REGIONE FVG 20 MILIONI DI EURO PER ATENEI

“Consideriamo le straordinarie competenze del nostro sistema universitario come un formidabile propulsore per migliorare la qualità della vita dei cittadini del Friuli Venezia Giulia, per favorire la coesione sociale, per sviluppare un sistema integrato della conoscenza, affiancando queste competenze alle politiche regionali”. Per questo c’è “l’esigenza di consolidare un’alleanza tra i nostri atenei, auspicando che il modello federativo avviato nel 2012 si irrobustisca sempre di più”.

laurea

Lo ha affermato questa mattina la presidente della Regione, Debora Serracchiani, intervenendo alla inaugurazione del 36. anno accademico dell’Università di Udine, alla presenza del ministro dell’Istruzione, università e ricerca, Maria Chiara Carrozza, del Magnifico rettore Alberto Felice De Toni, del presidente della Conferenza dei rettori delle Università italiane, Stefano Paleari, di docenti, studenti, autorità.

Riferendosi alla crisi che stiamo attraversando, “non solo di matrice economico-finanziaria ma anche sociale, culturale, politica ed etica”, e che la Regione sta contrastando “producendo uno sforzo straordinario per agganciare la ripresa e rilanciare la competitività territoriale del Friuli Venezia Giulia”, la presidente ha confermato che è “centrale il ruolo del proprio sistema universitario (Trieste, Udine, Sissa) come motore dello sviluppo socio-economico del territorio”.

Un ruolo che però potrà essere interpretato al meglio attraverso “una sempre maggiore integrazione e collaborazione fra atenei”, ha detto, sottolineando come “università, cultura, alta formazione, ricerca sono le punte avanzate sulle quali ogni società mette alla prova le sue capacità di entrare nel futuro da protagonista, oppure da gregario”.

“La Regione – ha evidenziato ancora Serracchiani – appoggerà ben volentieri il progetto pilota nazionale proposto da De Toni in quanto è mirato ad incentivare ulteriori collaborazioni e intese territoriali tra le università di Trieste e Udine e la Sissa”.

Parafrasando la prolusione di Angelo Vianello, professore ordinario di Biochimica vegetale all’ateneo udinese, la presidente della Regione ha sottolineato come convenga “cooperare tutti più che continuare a competere tra di noi”.

Serracchiani, assieme a Carrozza e Paleari, questo pomeriggio parteciperà  anche all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Trieste.

 

“Nonostante un calo drammatico delle risorse a disposizione del bilancio, la Regione ha voluto destinare quest’anno in Finanziaria impegni di spesa pari a 20 milioni di euro a favore del nostro sistema universitario”. Lo ha detto la presidente della Regione, Debora Serracchiani, intervenendo oggi all’inaugurazione dell’anno accademico delle Università di Udine e di Trieste, presente il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Maria Chiara Carrozza.

“Dovremmo esercitare più pienamente come Regione – ha aggiunto la presidente – un positivo ruolo di indirizzo, perché Università, cultura, alta formazione, ricerca, sono le punte avanzate sulle quali ogni società nel complesso mette alla prova le sue capacità di entrare nel futuro da protagonista”.

Dei 20 milioni stanziati dalla Regione, 3,2 sono destinati al Fondo per il finanziamento del sistema universitario e al funzionamento di programmi e iniziative universitarie; 10,5 milioni per l’edilizia universitaria, tra contribuiti straordinari e limiti d’impegno per potenziare strutture didattiche e laboratori; 4,5 milioni a favore degli studenti tra assegni di studio, borse di studio e prestiti d’onore; 2 milioni di limiti d’impegno le case dello studente.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news