Sempre meno lavoro in Fvg e le bugie colossali dell’assessore Brandi

Share Button

Il consigliere regionale del PD Paolo Pupulin segnala la perdita di 11.730 posti di lavoro in Friuli Venezia Giulia rispetto al terzo trimestre di un anno fa e sottolinea di confidare “che, dopo la dichiarazione sdrammatizzante sullo stato della disoccupazione in Friuli Venezia Giulia – giudizio che pecca di notevole superficialità e manifesta un atteggiamento di poca percezione della drammaticità d’una crisi, che trova ulteriore conferma nei dati della CIG del mese di novembre – adesso l’assessore Brandi prenda finalmente coscienza che il Friuli Venezia Giulia rimane purtroppo dentro a una congiuntura recessiva, come dimostrato persino dalla caduta dell’export regionale”.

“Se non è bastato il confronto tra due trimestri simili, quello dell’anno scorso 2011 con quello del 2012, per vedere come stanno realmente le cose, visto che il tasso di disoccupazione nel terzo trimestre del 2011 è passato dal 4,07% al 6,14% del terzo trimestre del 2012, con una perdita di 11.730 posti di lavoro nello stesso periodo di riferimento, – spiega Pupulin – la conferma d’una situazione gravissima viene dagli stessi dati del ricorso alla CIG nel mese di novembre.

“Le ore autorizzate sono state 2 milioni 739.401, di poco inferiori a quelle del mese di ottobre (erano state 2 milioni 882.382 punta massima della CIG da anni) ma oltre il doppio di quelle del mese di novembre dell’anno scorso, quando si fermarono a 1 milione 326.272.
Un dato che manifesta uno stato di recessione produttiva e commerciale vicina al blocco di tante attività.
Infatti, estrapolando i dati, si vede che l’attività ordinaria delle imprese è in ulteriore caduta raggiungendo le 614.104 ore di ricorso alla cassa integrazione più del doppio, anche in questo caso, rispetto alle ore autorizzate nello stesso mese di novembre 2011 (268.201 ore di cassa integrazione ) e comunque in crescita persino sull’ ottobre scorso, quando si limitarono a 568.368 ore.

“La stessa valutazione riguarda la cassa in deroga: 457.793 sono state le ore di cassa in deroga a novembre rispetto alle 198.103 (+ 125% ) dello stesso mese dell’anno scorso e rispetto alle 423.793 di ottobre.
Unica situazione diversificata rimane quella della cassa straordinaria, che raggiunge 1 milione 667.594 ore quasi due volte la CIG d novembre 2011 (859.968 ore autorizzate ), in leggera flessione rispetto alle 1 milione 890.221 ore del precedente mese di ottobre.

E’ ora che il presidente Tondo e la Brandi , evitino di mettere la testa sotto la sabbia, cercando per motivi puramente elettorali di “indorare la pillola“, per far passare l’idea che alla fine la crisi in Friuli Venezia Giulia non è poi così pesante e che stiamo meno peggio dei cittadini e dei lavoratori delle regioni vicine.

Una ‘bugia colossale’, che rappresenta una provocazione nei confronti del vissuto reale di quei cittadini, che si trovano in condizioni spesso disperate perché rimasti senza lavoro e senza reddito.

“Purtroppo – conclude ilconsigliere – è la conferma d’una situazione economico-produttiva che sembra senza via d’uscita, anche perché nella finanziaria regionale, che verrà sottoposta alla valutazione dell’aula consiliare a partire da questo mercoledì, manca qualsiasi proposta che configuri un realistico programma di rilancio della produzione e dell’economia in generale”.

Redazione

1 comment

  1. […] quindi – sottolinea Brandi, rispondendo ad alcune critiche dell’opposizione – che questa rappresenti una risposta concreta a chi dai banchi della […]

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news