SCI: LE GRANDI PALLE DI NEVE

Share Button

Tra le offerte dei comprensori sciistici, non solo chilometri gonfiati ma anche informazioni ‘convenienti’ su grado di difficoltà delle piste, meteo e info-neve, sembra una gara (smascherata) a chi la conta più grossa

palle di neve

Chi sta sulla “Schrahe’s List” ha un forte dubbio: “La clientela, i turisti mi lasceranno per altre località, visto che ho pesantemente bluffato sulla lunghezza delle mie piste da sci?”.
Difficile rispondere, probabilmente no: presentare un demanio sciistico più grande di quello che è in realtà offusca sicuramente la bellezza delle montagne e dello sci ma non ne pregiudica l’appetibilità. Lo sci è la cosa più bella del mondo che si possa fare con i vestiti addosso, come dice Schrahe. Però chi sta sulla sua black list ha fatto una brutta figura. Se ne vergogna e ha paura.

ILPICCOLO 7.11.2013 il grande bluff delle nevi

E tanti, quelli che non hanno ammesso l’inganno, stanno continuando a farla, la brutta figura.
In Friuli, Promotur annuncia che già dalla scorsa stagione si presenta la superficie sciabile, ossia gli ettari e non i chilometri. Questo non ci risulta, dato che sul sito web dei poli sciistici friulani, campeggia ancora un altisonante 133km.

km promotur 1.12.13

Inoltre, se è dopato il dato delle lunghezze, matematicamente lo sarà anche la superficie.
Quindi, la solita ‘mezza bugia’.

L’assessore regionale al turismo del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, ci ha espresso la sua autorevole opinione al riguardo: “ La misurazione delle piste da sci è una annosa questione”. Peccato, aggiungiamo, che tale questione sia venuta fuori ufficialmente solo ora, visto che già nel 2011 questa testata aveva svelato l’inganno, chiedendo lumi all’asessorato dell’epoca, non ottenendo mai risposta.
Solo ora ne ha parlato approfonditamente Il Piccolo di Trieste; mai ne ha parlato il Messaggero Veneto di Udine, il giornale degli impianti, geograficamente, il cui cronista continua a battere il numero dei chilometri passatigli da uffici stampa e agenzie pubblicitarie. Poverino, ci fa quasi pena.

La Stampa, il Corriere delle Alpi, l’Alto Adige , addirittura la brezneviana Repubblica… hanno ben approfondito la questione, attribuendole la dovuta rilevanza, in prima pagina.
Mistero che proprio Messaggero Veneto non ne parli: o ha ancora preso un ‘buco’ o si vede che Dio esiste ed è friulano.

Bolzonello precisa: “La misurazione delle piste non è cosa semplice; le piste infatti non si misurano con una rotella metrica come si fa per le strade, il percorso infatti non è ”dritto per dritto”, ma giustamente, come afferma Manlio Petris di Promotur, si misurano in ettari di suolo occupato dal demanio sciabile. Pertanto la cifra di 133 Km è una approssimazione abbastanza corrispondente al vero”. Mah… provate con Google Earth.

Riguardo a Nassfeld Pramollo, altro esempio, una verifica con il servizio Skiline conferma il chilometraggio di Schrahe.

Per quanto riguarda Nassfeld Pramollo -prosegue Bolzonello- credo che anche qui bisogna essere cauti e le inchieste giornalistiche vanno prese, come si suol dire, ‘con le molle’. Crediamo infatti che nessun turista sciatore abbia da ridire se una pista è lunga 6 Km e 600 metri anziché  6 km e 900 metri; la cosa fondamentale è che la pista sia sicura e ben tenuta, e che gli impianti siano efficienti e senza eccessive code per poterli utilizzare”.
Purtroppo, ma non abbiamo ricevuto risposta a questa nostra replica, nel caso di Nassfeld Pramollo la stessa società austriaca ha ammesso che i km non sono 110, bensì 81 (il cartografo Schrahe ne ha contati 77), quindi non si tratta di 300 metri in più ma il doping commerciale è del 40%. Un po’ troppo.
Talmente ‘troppo’ che la stessa società ha diffuso un comunicato imbarazzato, in cui l’ufficio di comunicazione, nonostante stampa italiana ed austriaca attendessero l’intervento del direttore della stazione sciistica (al confine con il Friuli e che rientra nelle principali dieci d’Austria), in un politichese d’oltralpe, dichiara che si, sono 81 e non 110 i chilometri ma, se si considera una sciata “sportiva”, allora si, sono 110. Il miracolo dei pani e dei pesci, con tanto di mappa. Meglio della dichiarazione del loro portavoce in Italia che
l’anno passato spergiurò che i km erano esatti, corrispondenti alle linee di caduta. Eh, gli amici in Senato, che non sciano, chissà se hanno compreso…Pistenkilometer Nassfeld Pramollo _22.11Una mappetta che stanno tirando fuori in molti, bella e pulita, sembra che lo standard del marketing che gonfia si ripeta anche nel marketing che fa ostinatamente finta di nulla, come nei paesi mafiosi dove “non è mai successo nulla” e se non se parla magari la gente se ne dimentica. Noi, invece, ne parliamo,siamo qua per questo.
Ecco la mappetta inviataci dal Tirolo, una delle regioni che si è dimostrata più onesta e dove la camera di commercio ha imposto, con specifico provvedimento, di comunicare i chilometri esatti, come gli etti di prosciutto:
kmE’ uguale.

Ma altre polemiche stanno affiorando in un settore, quello del turismo sciitico, in cui genuinità e trasparenza dovrebbero essere i capisaldi dello snow business.

Da Francia e Canada ci segnalano, ad esempio, equivoci, con ripercussioni sul piano della sicurezza, sulla tipologie delle piste: stanno scomparendo le “nere”, sulla carta, sotituite da “rosse” e da “blu”. Perché? Perché se un comprensorio è moderatamente facile è più bbordabile dalle famiglie, ad esempio. Sappiamo di comprensori che negano la presenza di piste nere anche se…

Altra furberia, segnalataci da Veneto, Piemonte e Carinzia, riguarda le informazioni meteorologiche presenti sui siti web dei comprensori: pare che sabato e domenica sia sempre previsto bel tempo, ad esempio, e che le temperature vengano spesso rilevate in posti… al sole. Insomma: strade pulite, zero intoppi, non fa troppo freddo

In ultimo, da Carinzia, Tirolo e Svizzera, ci segnalano le informazioni sul manto nevoso: sempre quei trenta centimetri in più rispetto alle reali precipitazioni, sempre una neve confortevole, mai gelata, compatta ma non troppo!

Tommaso Botto

Ultime news