SCI IN FRIULI: NUMERI STAGIONE 2015-16

Share Button

Dati presentati descrivono una stagione positiva sia per le località sciistiche friulane che per Nassfeld Pramollo

sella 2

 

L’assessore regionale alle attività produttive Sergio Bolzonello insieme al direttore di PromoturismoFVG Marco Tullio Petrangelo ha fornito ieri alcuni dati aggregati sulla stagione sciistica in Friuli, stagione che ormai volge al termine (si scierà ancora una settimana a Sella Nevea, salvo un ‘allungo’ fino al 1° Maggio grazie alle nevicate previste nei prossimi giorni).

Secondo PromoturismoFVG, sul fronte degli arrivi e presenze alberghiere, nel comprensorio del Tarvisiano le prime si attestano ad un +10,8% mentre le seconde a +15,6%.
Per la Carnia e Piancavallo le rilevazioni indicano rispettivamente un +15,1% e +8,6% per gli arrivi e +10,5% e 7,9% nelle presenze.
Sono dati aggregati che riassumono le tendenze d’afflusso per zone, non sono stati forniti dati sulle singole stazioni sciistiche (Tarvisio, Sella Nevea, Zoncolan, Forni di Sopra, Sauris e la veneta Sappada, convenzionata con la regione FVG).

sella 1

Quindi, la stagione sciistica che alcuni davano per morta a causa della siccità di Dicembre, sembrerebbe invece andata bene: c’è da dire, però, che ogni anno vengono forniti dati in crescita…
Si attendono dettagli numerici che probabilmente verranno forniti al termine della stagione, dopo la chiusura del polo di Sella Nevea che, anche quest’anno, è rimasto ‘monco’, datosi essere ancora chiuso il versante sloveno del Kanin.

kanin chiuso

Complessivamente gli ingressi agli impianti di risalita dei vari poli è sostanzialmente invariato rispetto a quello dell’anno precedente, con punte molto positive a Tarvisio (+24 mila passaggi): gli “ingressi”, però, sono un’unità di misura ambigua.

La regione dice pure “Bene anche le salite di pedoni che hanno utilizzato seggiovie e cabinovie a cui si associa l’utilizzo del bob a rotaia; l’incremento è stato di circa 13 mila unità rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”.
In crescita pure l’utilizzo dei parchi giochi e di Nevelandia, dove si è passati dalle 19 mila 472 presenze del 2014 alle quasi 34 mila di quest’anno, con un saldo positivo di 14 mila 453 unità: “il boom si è registrato a Tarvisio, dove la crescita è stata di 12 mila 300”.

05 infortunio skijournalist

Anche a Nassfeld Pramollo pare che la stagione sia andata benissimo: il comprensorio carinziano, molto frequentato dai friulgiuliani (quando la strada di Passo Pramollo non è chiusa per frane o slavine), comunica parimenti ogni anno l’aumento numerico dei turisti.
Aumento, quest’anno, a due cifre: infatti, solo a marzo, Nassfeld e la valle del Gail nel suo complesso hanno registrato ben 153.565 pernottamenti, con un record storico -dicono gli austriaci- che porta questo periodo ad un + 29,6% rispetto al Marzo dell’anno precedente.
Gennaio ha fatto registrare un + 9,4% dei pernottamenti e Febbraio un + 10,6%.
Nel complesso, da Novembre a Marzo, si sono registrati 544.514 pernottamenti (57.000 rispetto alla stagione invernale precedente, rispetto alla quale c’è stato un incremento dell’ 11,7%).

Redazione

3 commenti

  1. Inga says:

    Apr 20, 2016

    Rispondi

    saranno numeri veritieri? MAH!

  2. Sesselift says:

    Apr 20, 2016

    Rispondi

    A Piancavallo hanno contato anche i profughi ospiti in albergo da settembre a natale?

  3. Chiara says:

    Apr 21, 2016

    Rispondi

    Forni era una meraviglia: non c’era mai nessuno

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news