SCI FRIULI: anche quest’anno ci sarà la settimana bianca a scuola

Share Button

L’assessore Molinaro risponde all’interrogazione del consigliere regionale Roberto Asquini: sul calendario scolastico decide la Regione. Confermate le modalità dello scorso anno

«Così come lo scorso anno scolastico, anche quest’inverno sarà garantita la possibilità di fruire della settimana bianca».

Dopo il botta e risposta tra il consigliere regionale, presidente del Gruppo Misto, Roberto Asquini e la direttrice scolastica del Friuli Venezia Giulia, Daniela Beltrame, la questione delle vacanze per la settimana bianca, approdano in aula.
Nella seduta di oggi, infatti, l’assessore all’Istruzione, Roberto Molinaro ha risposto all’interrogazione che lo stesso Asquini ha presentato proprio per fare chiarezza sulla situazione.

«La determinazione del calendario scolastico è in capo alle Regioni – ha chiarito nella sua risposta l’assessore Molinaro – come compete alle Regioni ogni interpretazione relativa alla materia e agli atti assunti per regolamentare la stessa».
Una risposta questa che avvalora la tesi portata avanti in questi giorni dal consigliere Asquini, in risposta alla circolare dell’ufficio scolastico che di fatto annullava la decisione del Consiglio regionale.  
Una decisione presa sulla base dell’ordine del giorno 47 (e collegato al disegno di legge 92 accolto nella seduta del 18 dicembre 2009) che vedeva come proponenti, oltre ad Asquini (primo firmatario) anche l’attuale presidente del Consiglio, Maurizio Franz (Lega nord) e i consiglieri Franco Baritussio (Pdl), Luigi Ferone (Partito pensionati), Edoardo Sasco (Udc).
Da questa iniziativa ha preso vita la previsione della settimana bianca all’interno del calendario scolastico.

Nella sua risposta ad Asquini, Molinaro ha inoltre confermato la linea già in vigore lo scorso anno scolastico: «Con la delibera del 25 maggio 2011, relativa al calendario scolastico regionale, la Giunta ha ritenuto opportuno confermare le modalità e le condizioni per l’utilizzo delle giornate eccedenti il numero minimo dei 200 giorni già in vigore nell’anno scolastico 2010/2011. Ciò significa – ha concluso Molinaro – che ogni istituto scolastico, nell’ambito della sua autonomia potrà decidere eventuali compensazioni e variazioni del calendario regionale, in base alle scelte definite nel piano dell’offerta formativa, come già avvenuto nel precedente anno scolastico senza che emergessero problemi in merito».

Infine, commenta Asquini, «mi auguro che a questo chiarimento della Regione, faccia seguito un chiarimento del dirigente regionale agli istituti scolastici interessati, in modo tale che la sospensione per la settimana bianca sia garantita e quindi effettuata in tranquillità e la questione possa chiudersi qui senza ulteriori sgradevoli strascichi».

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news