SCI COPPA EUROPA: l’Austria riconquista il Moschitz

Share Button

A distanza di quattro anni, sulla manifestazione organizzata dall’US Camporosso, torna a sventolare la bandiera biancorossa

Ci sono voluti ben quattro anni, l’ultima vota fu nel 2008, ma l’Austria riesce a conquistare nuovamente il “Trofeo Giuseppe Moschitz” appuntamento dedicato a un grande atleta originario di Camporosso, speranza dello sci azzurro negli anni Cinquanta, scomparso prematuramente nel 1954, organizzato dall’Unione Sportiva Camporosso in collaborazione con Promotur e che per la dodicesima volta era valido anche come tappa di Coppa Europa.

OGGI TRE PODI SU SEI PARLANO AUSTRIACO – A regalare la vittoria alle austriache i tre podi su sei conquistati nella giornata di oggi ottenuti nelle gare di Super-G e Supercombinata disputate sulla pista “Canin”, a Sella Nevea (Ud).

ANCORA UNA VITTORIA SVIZZERA IN SUPER-G – Così come accaduto ieri, anche oggi il Super-G è stato vinto da un’atleta svizzera, Joana Haehlen che ha chiuso in 56.05 precedendo di soli 8 centesimi l’austriaca Cornelia Huetter capace così di bissare il secondo posto conquistato ieri. Sul gradino più basso del podio un’altra austriaca Stephanie Venier staccata di 39/100. Sfortunata Enrica Cipriani giù dal podio per un’inezia: quattro centesimi.

BENE LE AZZURRE – Così come accaduto ieri prova sicuramente positiva per la nazionale azzurra capace di piazzare tre atlete nelle prime dieci. Oltre alla già citata Cipriani, da segnalare il quinto posto di Camilla Borsotti staccata di 63 centesimi dalla vetta e la decima posizione di Anna Hofer a 1.23. La friulana Arianna Stocco si è piazzata al 68mo posto con un distacco di 4.29.

LA FRANCIA DOMINA LA SUPERCOMBI – Due atlete tra le prime tre è il bottino della Francia per quanto riguarda la Supercombinata. Partita con 45 minuti di ritardo a causa del forte vento in quota, la seconda manche ha visto un netto dominio transalpino. La vittoria è andata ad Adeline Baud (dodicesima al termine del Super-G) con il tempo di 1’43.61. Ottime le prestazioni dell’austriaca Jessica Depauli seconda a 23 centesimi e dell’altra transalpina Anne-Sophie Barthet che ha conquistato il terzo gradino del podio staccata di 47 centesimi. Sia Depauli sia Barthet, infatti, si sono rese protagoniste di una grandissima rimonta facendo segnare il miglior tempo di manche che le ha portare a risalire rispettivamente dalla ventiduesima e ventottesima posizione.

AZZURRE LONTANE DAL PODIO – Meno bene le azzurre che hanno piazzato solo due atlete nelle prime quindici. La migliore è risultata essere ancora Enrica Cipriani sesta a 87 centesimi. Quindicesima Anna Hofer a quasi due secondi dalla vetta.

——————————————————————————————–

LE GARE DI IERI –
Parla svizzero il primo dei due Super-G validi per l’edizione 2013 del “Trofeo Giuseppe Moschitz” tradizionale appuntamento dello sci regionale organizzato dall’Unione Sportiva Camporosso e valido anche come tappa di Coppa Europa. Una pista preparata alla perfezione dagli uomini di Promotur del polo di Sella Nevea ha visto alla partenza 79 atlete in rappresentanza di tredici nazioni.

HOP SUISSE – La vittoria è andata alla svizzera Corinne Suter che ha amministrato il vantaggio accumulato nella prima sezione del tracciato preparato dall’italiano Giovanni Feltrin. L’elvetica ha chiuso in 55.46 precedendo di 27 centesimi l’austriaca Cornelia Huetter. Terza la francese Adeline Baud staccata di 36/100. Per soli cinque centesimi Ramona Siebenhofer, la leader di specialità, è rimasta giù dal podio perdendo così anche il primo posto per quanto riguarda la classifica di Super-G.

BORSOTTI LA MIGLIORE DELLE AZZURRE – Sfortunata Camilla Borsotti (quinta) che non ha conquistato il gradino più basso del podio per soli sei centesimi. A penalizzarla la prima parte del tracciato che ha chiuso con l’undicesimo intermedio. Molto meglio nella seconda sezione dove ha fatto segnare il miglior tempo che però non le ha permesso di recuperare il divario accumulato. Buono anche il sesto posto di Enrica Cipriani (staccata di 57 centesimi), e il dodicesimo di Anna Hofer (a 94/100 dalla vetta).

LE ALTRE ITALIANE – Fuori dalle venti le altre italiane con Francesca Marsaglia ventunesima, Marta Bassino venticinquesima, Lisa Magdalena Agerer ventisettesima, Verena Stuffer trentaduesima, Marta Benzoni trentaquattresima, Michaela Borgis trentasettesima. Oltre la quarantesima posizione le altre. La tarvisiana Arianna Stocco, che si è così affacciata al palcoscenico continentale, ha chiuso staccata di 3.81 in cinquantacinquesima posizione.

SIEBENHOFER LEADER DI COPPA – Grazie al quarto posto di oggi, Ramona Siebenhofer – con 972 punti – ha conquistato le leadership della classifica generale di Coppa Europa. L’austriaca ha approfittato al meglio dell’assenza dell’azzurra Sofia Goggia impegnata ai Mondiali di Schladming. La Goggia conserva comunque la seconda piazza staccata di 38 punti.

RIVOLUZIONE NELLA CLASSIFICA DI SUPER-G – Al termine del primo dei due Super-G previsti a Sella Nevea, cambia radicalmente la classifica di specialità. Al primo posto troviamo ora l’austriaca Cornelia Huetter (212 punti), mentre grazie alla vittoria di oggi Corinne Suter sale al secondo posto staccata di soli due punti. Terza l’ex leader Ramona Siebenhofer (201 punti).

IL “TROFEO MOSCHIZ” VA IN AUSTRIA – Come detto, grazie ai risultati di oggi, il “Trofeo Giuseppe Moschitz” ritorna oltreconfine dopo la vittoria azzurra dello scorso anno. A imporsi è stata l’Austria con 395 punti davanti alla Svizzera con 305 e alla Francia. Le azzurre, “orfane” di Sofia Goggia impegnata ai Mondiali di Schladming, hanno dovuto accontentarsi della quarta piazza con 236 punti.

SIEBENHOFER MANTIENE LA LEADERSHIP – Dopo averla conquistata ieri, Ramona Siebenhofer mantiene la testa dalla classifica generale, ma non riesce a piazzare l’allungo su Sofia Goggia. L’austriaca, grazie all’ottavo posto in Super-G, sale a 1004 punti, mentre l’azzurra rimane a 934. Piccolo passo in avanti anche per la francese Adeline Baud a 751.

SFIDA SERRATA IN SUPER-G – Si fa sempre più interessante la sfida per quanto riguarda la coppetta di specialità di Super-G. Cornelia Huetter mantiene il primo posto con 292 punti, guadagnando qualche punto su Corinne Suter (246) e su Ramona Siebenhofer (233) che però, grazie alla vittoria di oggi, devono guardarsi anche dal ritorno di Joana Haelen (228).

TUTTO ANCORA APERTO IN SUPERCOMBI – Dopo due sole gare, ancora tutto da decidere per quanto riguarda la classifica di Supercombinata con tre atlete racchiuse nello spazio di nove punti. A mettere tutte in fila c’è – al momento – Romane Miradoli con 109 punti davanti a Ramona Siebenhofer e Adeline Baud entrambe a quota 100.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news