SCI: CHIUDE SEGGIOVIA A TARVISIO, SETTE SCIATORI ABBANDONATI

Share Button

Spiacevole episodio occorso sulle nevi di Tarvisio (Ud) e segnalato a Dovatu.it.

01 TARVISIO sciatori abbandonati

Avrebbe potuto assumere una piega ben più drammatica quel che è accaduto nel pomeriggio di Sabato 23 Gennaio alla base della seggiovia quadriposto Prasnig, inaugurata sull’omonimo monte nel Gennaio 2013 per ‘collegare’ il Monte Lussari con il Monte Florianca, in Friuli.

Sono le 15.45 ed un gruppo di sette sciatori si presenta alla stazione di partenza, a quota 1.553 m., per risalire e raggiungere il proprio albergo sul Monte Lussari.
Ma l’addetto all’impianto non li fa passare: nonostante non siano ancora nemmeno le quattro del pomeriggio, l’impianto deve chiudere.
Gli sciatori (sei uomini ed una donna, tutti sulla quarantina) obiettano che i cartelli a Tarvisio segnalavano che le ultime salite erano programmate per le ore 16.00.
L’addetto, alzando la voce, avverte che quella seggiovia, invece, chiude prima: sbarra i tornelli d’accesso e intima al gruppo di andarsene.

Ma andarsene dove?

Si trovano in una conca dalla quale si dipartono due seggiovie: una che sale appunto verso il Lussari e l’altra, specularmente, sul Florianca.
Evidentemente, non c’è via di fuga sci ai piedi nemmeno per raggiungere il fondovalle: paradossalmente, per scendere bisogna salire.

I sette chiedono “Per piacere”. La risposta è un “No” categorico.

Gli animi si scaldano, il gruppetto insorge, pretende di salire, datosi che la seggiovia è ancora in funzione, per raggiungere l’albergo che dista un centinaio di metri dalla stazione d’arrivo, che è a quota 1.776 m..

Niente da fare: l’addetto si ostina, dichiara che non si sarebbe assunto la responsabilità di farli salire dopo l’orario, sale sulla seggiovia e risale la montagna, scomparendo; raggiunta la cima, la seggiovia si arresta definitivamente.

00 TARVISIO sciatori abbandonati

Ai sette non resta che una soluzione: sci in spalla, nonostante i pesanti e scomodi scarponi, iniziano a risalire la pista che è lunga circa un chilometro e mezzo e comporta un paio di ‘muri’ abbastanza ripidi.
Niente di più scomodo e faticoso: l’ascesa dura un paio d’ore, mentre scendono l’oscurità e la temperatura, in mezzo al nulla, nella foresta, senza incontrare nessuno, nemmeno i pattugliatori che solitamente dovrebbero ‘chiudere’ le piste da sci.

02 TARVISIO sciatori abbandonati
Gli sventurati non chiamano i soccorsi, temendo di dover pagare eventuali salatissime multe.

I primi a giungere in cima allertano l’albergatore che, con una motoslitta, scende a recuperare la donna ed uno sciatore che s’era fatto male, a circa tre quarti della salita.

03 TARVISIO sciatori abbandonati

Non mi era mai capitata una cosa del genere in 40 anni di sci” è l’esasperato commento, a braccia aperte, di uno dei malcapitati. “Difficilmente tornerò a Tarvisio”, conclude.

Che il Signore SCIA con voi !

Tommaso Botto

15 commenti

  1. hermano says:

    Gen 27, 2016

    Rispondi

    La tradizionale ospitalità carnica?
    ospiti di gente unica?

    • Luka says:

      Gen 30, 2016

      Rispondi

      Tarvisio non è in carnia!

      • Igor says:

        Gen 31, 2016

        Rispondi

        Scusa è Tarvisio cos’è se non è Carnia?

  2. Piussi bruno says:

    Gen 28, 2016

    Rispondi

    Siete dei sfigato perché l’orario è esposto alla partenza di ogni impianto di risalita.

  3. SAPIENTE says:

    Gen 28, 2016

    Rispondi

    @PIUSSI BRUNO: E SE UNO CI ARRIVA PER LA PRIMA VOLTA, AVENDO LETTO SOLO IL CARTELLO A VALLE? NEANCHE IN NORVEGIA A DICEMBRE CHIUDONO A QUELL’ORA!

  4. tiziano says:

    Gen 30, 2016

    Rispondi

    ormai erano gli ultimi poteva farli salire che testa di cazzo sarebbe giusto chiedergli i danni morali

  5. stefano pasca says:

    Gen 30, 2016

    Rispondi

    scusate ma senza stare a disquisire se ha fatto male o no l’impiantista a non farli salire, ma non era più semplice fare un colpo di telefono al gestore del locale dove dormivano e farsi venire a prendere con la motoslitta piuttosto che farsi la pista a piedi? mah

  6. fulvio p. says:

    Gen 30, 2016

    Rispondi

    Io direi sveglia baucchi! Ci sono gli orari. Provate a sgarrare in austria!

  7. silvio says:

    Gen 31, 2016

    Rispondi

    Ho fatto per quattro anni lo skipass stagionale alpe adria ma utilizzandolo quasi esclusivamente a pramollo. Le uniche poche volte che ho sciato in regione ho avuto problemi oltre a riscontrare poca professionalita’ negli addetti alle piste. L ultimo caso a tarviso quando mi e stata rifiutata una copia dello skipass in quanto per la prima volta le macchinettw non lo leggevano in quanto fatto in austria. La risposta degli addetti è stata che avendolo fatto in austria ho portato soldi agli austriaci e quindi mi dovevo arrangiare. Mi sono arrangiato…ho sciato gratis tutto il giorno e mo sono ripromesso di non spendere piu’ un euro sul circuito promotur. E cmq a pramollo non ho mai visto abbandonare nessuno. Bisogna ricordare pero’ che in montagna non si può essere diatratti

  8. Luka says:

    Gen 31, 2016

    Rispondi

    Tarvisio è in Val Canale.

  9. Lino Leggio says:

    Gen 31, 2016

    Rispondi

    Chiunque si trovi in difficoltà ha il diritto di essere aiutato al di là di tutto. Non facciamo come fanno in quel “civilissimo” paese chiamato Svizzera, che se non paghi nessuno muove un dito.

  10. matteo says:

    Gen 31, 2016

    Rispondi

    Ve lo dico col cuore, da friulano che non vive piu in Friuli. Se continuiamo a seminare INOSPITALITA e poca gentilezza i frutti che raccoglieremo per il turismo friulano saranno magri e secchi.

    Imparate da quello che fanno su tutto l’arco delle alpi … ovviamente dalla provincia di belluno verso Ovest!

    Questa è una pagina vergognosa di come vogliamo fare i soldi con il turismo ma senza che il turista Pretenda.

    Vi ricordo che il turista paga e ha il diritto di usufruire dei servizi e anche dell’ospitalita della gente che non ha prezzo.

    Vergogna!

    Matteo

  11. trvs says:

    Gen 31, 2016

    Rispondi

    un grande ******* il tipo della seggiovia io lo avrei denunciato!

  12. Ho Chi Minh says:

    Feb 1, 2016

    Rispondi

    Ma se dovete prendere il treno per le 16:00 e tu arrivi alle 16:15 cosa fate andate dal capo stazione a piangere. Poi in austria si fanno rispettare e se uno sbaglia paga mica come qua che capiamo i pantaloni perché siete viziati e vi è tutto dovuto

    • regex says:

      Feb 2, 2016

      Rispondi

      Evidentemente non hai capito, o non vuoi capire, lo scenario: loro sono arrivati 15 min. PRIMA della chiusura prevista! E il treno eccome se lo troveresti in questo caso! Non cercare di rigirare la patata ed ammetti serenamente che i tarvisiani sono pessimi operatori turistici. Sono capitati DIVERSI spiacevoli episodi anche a me anni fa e non ci sono più andato. Fine della storia

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news