Rivedere tutto il sistema del welfare FVG

Share Button

“Credo sia un errore da parte della Serracchiani bollare come propagandistica la proposta del M5S sul reddito minimo garantito, quando invece il PD, paladino del reddito di cittadinanza, dovrebbe entrare nel merito per rivedere tutto il sistema del welfare, considerando anche che il tema è oggetto di una raccomandazione Europea al momento disattesa solo da Italia e Grecia”.

no job no money

Ad intervenire sull’argomento del reddito minimo di cui si è discusso oggi in Commissione è il capo gruppo del Nuovo Centrodestra in Consiglio Regionale FVG, Alessandro Colautti.

“Nel prendere atto che la presidente ha smontato la proposta dei pentastellati, va anche ricordato che da parte della Serracchiani, sia in campagna elettorale che nel programma di governo c’era su questo tema una forte affinità visto che il PD portava avanti il reddito di cittadinanza”.

“Ora – continua Colautti – la Serracchiani, nei fatti, da ragione a noi che su questo tema avevamo a suo tempo esposto due ordini di perplessità, uno relativo al timbro eccessivamente assistenzialista della proposta, l’altro relativo all’insostenibilità economica, condivisa ora anche dalla presidente della Regione”.

“A questo punto – precisa il capo gruppo NCD – vorrei sapere se la maggioranza ha archiviato il reddito di cittadinanza o se non intenda prendere spunto dalla proposta di legge del M5S per marcare la differenza tra il reddito di cittadinanza inserito del programma di governo e il reddito minimo garantito dei pentastellati”.

 

“La questione – conclude Colautti – dovrebbe essere interpretata come una provocazione positiva per costituire un comitato ristretto e valutare la possibilità di un testo unico sul sistema del welfare regionale. Sarebbe opportuno analizzare sia dal punto di vista economico che dei bisogni, se i servizi attualmente in essere sono sufficienti o si renda necessario un approfondimento sull’adozione del reddito minimo garantito raccomandato anche dall’Europa”.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news