Regione FVG in ritardo su programma europeo Italia-Slovenia 2014-2020

Share Button

La Regione non rispetta il termine del 22 settembre per il programma 2014-2020 Italia – Slovenia ritardando le assegnazioni di risorse al nostro territorio. Già persi oltre 10 milioni di euro.

 01 DISIMPEGNO ITA-SLO

Da un articolo pubblicato lo scorso 16 marzo sul sito internet regionale www.dovatu.it risulterebbe che la Regione FVG sta incorrendo in un disimpegno (ovvero risorse da restituire alla CE) di circa 8,5 milioni di euro di fondi FESR (dell’Unione Europea) che sommati alla quota nazionale di fondi riconosciuta in affiancamento a tali finanziamenti, corrisponde a un totale di circa 10,1 milioni di euro.
Ma la ciliegina sulla torta è che questa Giunta non avrebbe nemmeno rispettato il termine del 22 settembre scorso stabilita dai regolamenti comunitari (art. 26 reg. 1303/2013) per l’invio alla Commissione Europea del programma operativo Italia-Slovenia 2014-2020 del valore di circa 90 milioni di euro (composti dall’85% di risorse FESR e 15% quota Nazionale)”, denuncia il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Rodolfo Ziberna.

“Forza Italia – sottolinea Ziberna – ha dimostrato che in Consiglio regionale svolge una opposizione attenta e costruttiva, anche rispetto alle azioni transfrontaliere, capace di approvare gli atti ritenuti meritevoli. Ecco perché in Commissione abbiamo approvato i programmi operativi POR FESR, FEASR e FSE, nonché il programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Austria. Non abbiamo notizie invece del programma Italia -Slovenia 2014-2020, e ciò è ancor più grave se consideriamo che il Regolamento generale sui programmi comunitari n. 1303/sostiene che << L’autorità di gestione è responsabile della gestione del programma operativo conformemente al principio della sana gestione finanziaria.>>”

“Se il programma non è stato inviato – aggiunge Ziberna – appare evidente che vi siano dei ritardi nelle attività di gestione per il 2014-2020 che non promettono bene, perché un ritardo nell’invio del programma comporta, come noto, automaticamente un ritardo nella valutazione da parte della CE, e conseguentemente esser posti in coda alle procedure di valutazione, determinando ritardi anche nell’assegnazione delle risorse al territorio. Ecco la ragione per cui ho inviato alla presidente ed all’assessore competente una interrogazione urgente, per rimuovere immediatamente i problemi che stanno generando danni da milioni di euro alla nostra comunità regionale.”

“Per quanto ancora – si chiede infine Ziberna – i cittadini della nostra regione saranno costretti a subire l’incapacità di governo di questa giunta regionale?
Per quanti anni ancora dovremo sentirci raccontare la favola che qualsiasi cosa accada di male è colpa di altri ed i meriti (quali?) sono di questa giunta?”                         

 

Rodolfo ZIBERNA

 

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news