PROGETTI VALORIZZAZIONE TURISTICA PRAMOLLO-NASSFELD

Share Button

La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato la delibera – proposta dall’assessore alle Risorse rurali, agroalimentari e forestali, Claudio Violino – che consente al Comune di Pontebba (Ud) di effettuare interventi di valorizzazione turistica nel territorio di competenza comunale.

“Il Comune di Pontebba, infatti – fa notare l’assessore Violino – può fare tali interventi in quanto beneficiario del finanziamento comunitario del Fondo europeo di Sviluppo Regionale di 449.450 euro inerente al progetto ‘Cooperazione Turistica nell’area di Pramollo/Nassfeld, nell’ambito dell’Interreg IV Italia Austria 2007-2013″.

Gli interventi – finalizzati alla valorizzazione turistica dell’area di Pramollo attraverso il miglioramento della fruizione turistico-escursionistica della viabilità esistente e liberamente fruibile nell’area di Pramollo, che ricade sulla proprietà della Regione Friuli Venezia Giulia rientrante nel compendio in Comune di Pontebba della “Foresta dei Lotti” – riguardano: sentiero Pramollo-Baita Winkel, che interessa il sentiero con segnavia CAI n. 433; valorizzazione turistica dell’area del lago di Pramollo, che consiste nel ripristino del percorso pedonale lungo la sponda occidentale del lago di Pramollo.

La delibera, inoltre, prevede che il Comune di Pontebba assuma a proprio carico la manutenzione delle opere realizzate per tutto il periodo del vincolo quinquennale garantendone la libera fruizione lungo la viabilità.

La disciplina dei rapporti giuridici fra la Regione Friuli Venezia Giulia e il Comune di Pontebba relativamente alla realizzazione e successiva manutenzione delle opere sarà regolata da apposita convenzione, che avrà durata complessiva non superiore a 9 anni, con riserva per la Regione di esercitare, alla scadenza della convenzione, la facoltà di decidere se ritenere in proprio le opere realizzate o se farle levare a cura e spese del Comune, qualora valuti che i futuri costi di manutenzione di tali opere non siano giustificati dai benefici che le stesse possano fornire alla pubblica fruizione; nel caso decida di ritenerle, esse saranno acquisite gratuitamente alla Regione.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news