Moretton: la vera storia dell’ospedale di Pordenone

Share Button

L’esponente in Consiglio regionale di Scelta Civica con Monti, Gianfranco Moretton, ripercorre la storia della costruzione del nuovo ospedale di Pordenone, in via Montereale.

Non si trattava di un progetto di ristrutturazione – afferma Moretton – ma di una nuova edificazione, pur mantenendo le strutture costruite di recente e quelle in fase di costruzione che non presentavano problemi di natura statica e di adeguamento alle norme.
Questa era stata la scelta fatta sia per l’ospedale di Udine sia di Gorizia, per i quali mai nessuno aveva posto questioni di sorta.

Il costo dell’opera – prosegue il consigliere – era compatibile sia con le risorse a disposizione sia con una riorganizzazione e implementazione dei servizi ospedalieri di Pordenone.
I soldi c’erano, in parte in conto capitale e in parte con l’accensione di un leasing agevolato, previsto nel bilancio regionale, che sarebbe entrato in ammortamento solo alla fine della realizzazione dell’opera.
Questa formula del leasing era stata studiata proprio per evitare l’intervento del privato nella gestione dei servizi, come invece previsto dal project financing della Giunta Tondo, per il quale dovranno essere ceduti in gestione molti servizi extra-sanitari, e speriamo non anche sanitari.
Inoltre, con molta probabilità, la Regione dovrà pagare un canone annuale all’impresa.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news