L’inutile Agenda Ue per l’immigrazione: la montagna ha partorito il topolino

Share Button

Un documento blando ed assolutamente non adeguato per fermare i flussi migratori

La sesta commissione consiliare del FVG si è riunita per esprimere un parere in ordine all’agenda dell’Unione europea in tema di immigrazione, sulla quale i rappresentanti di Forza Italia in commissione, Roberto Novelli e Rodolfo Ziberna, hanno espresso la loro netta contrarietà.

europa di europa si deve parlare

“Con questo documento – hanno affermato i due consiglieri regionali – la montagna ha partorito il topolino, ovvero una dimostrazione di come questa Europa non intenda condividere con l’Italia il problema dell’immigrazione, limitandosi sostanzialmente ad accogliere 12 mila rifugiati in Italia all’anno per due anni. La Ue non riesce a capire che il flusso migratorio è destinato ad aumentare, e di molto, se non saremo in grado di intervenire nei paesi che generano emigrazione.”

“L’Italia – hanno aggiunto Novelli e Ziberna – deve riprendere quel ruolo di leadership, che oggi ha perduto con questo governo nazionale, che le deriva dall’essere paese costituente della Comunità europea, per adottare misure choc, ovvero lanciare un nuovo Piano Marshall, coinvolgente tutta la Ue ed i paesi più ricchi del mondo, destinato a far nascere nuova economia nei paesi che oggi provocano emigrazione. Contemporaneamente bisogna usare strumenti efficaci per bloccare le barche sulla costa africana, agire militarmente ed economicamente insieme agli altri paesi per disinnescare le guerre che oggi affliggono i paesi più poveri. Quando l’occidente lo vuole fare è capace di farlo e lo si è visto nella crisi ucraina o prima ancora nei Balcani.”

“Oggi l’occidente dimostra una volta di più tutta la sua inadeguatezza di fronte a questi problemi. Il governo nazionale e quello regionale non sono da meno.”

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news