L’ESODO DI DIRETTORI GENERALI SANITA’ DAL VENETO AL FVG E’ MOTIVATO DA MIGLIORI STIPENDI?

Share Button

“Dato che la presidente Serracchiani si è fatta paladina di una forte riduzione e omologazione dei compensi dei vertici amministrativi della Regione e degli enti strumentali, sarebbe opportuno sapere se intenda al più presto, allineare gli stipendi per i Direttori Generali della Sanità del FVG a quelli più bassi del Veneto, motivando così l’esodo verso la nostra regione da parte di dirigenti veneti con la volontà di misurarsi con la forte autonomia che il sistema regionale assegna loro”.

debora militarista

Ad intervenire è il capo gruppo del Nuovo Centrodestra/Area Popolare in Consiglio Regionale FVG, Alessandro Colautti che ha depositato una interrogazione.

“Il fuggi fuggi dal Veneto verso il FVG di queste figure apicali (già 8 con l’ultimo acquisto di Pierluigi Scannapieco al vertice del Burlo Garofolo), come indica il Corriere della Sera del Veneto sarebbe motivato dal fatto che la Giunta Zaia ha tagliato il compenso ai DG a 123mila euro togliendo altresì il premio di produzione, mentre la Giunta Serracchiani lo ha lasciato al 10% dello stipendio, ritoccato peraltro a 135mila euro all’anno”.

“Considerato – conclude Colautti – che il direttore centrale sanità FVG Adriano Marcolongo motiva questa massiccia presenza veneta con il fatto che in FVG viene data “responsabilità ai DG rappresentando ciò una variabile da non trascurare, anzi corrispondente ai bisogni e alle aspettative dei pazienti che è la prima motivazione e che da un sapore diverso a questo mestiere. E non ha prezzo”, la presidente dissipi ogni dubbio e legittimo sospetto riducendo gli stipendi agli stessi importi del Veneto ed eliminando premi di produzione”.

Nuovo Centrodestra – Consiglio Regionale FVG

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news