La Grande Depressione: i consigli per la ricrescita marketing.innova

Share Button

“Non voglio parlare di dati statistici che vengono di volta in volta confutati ad ogni aggiornamento. Con uno zero virgola non possiamo certo annunciare né una ripresa consolidata né una crescita del Paese. Occorre rimboccarsi le maniche facendo leva sui fattori competitivi vincenti, tra cui gli strumenti innovativi di marketing. In pochi anni siamo passati dal marketing tradizionale al marketing 4.0 con conseguenti complessità da gestire, ma, allo stesso tempo, con grandi opportunità per le imprese da cogliere. Incontri come questo fanno parte della mission della nostra Associazione, ovvero la crescita culturale e manageriale dei nostri imprenditori. Presi dalle problematiche aziendali, difficilmente noi imprenditori riusciamo infatti a fermarci al di là della gestione della quotidianità. Trovare spazio e occasioni per la crescita formativa di noi stessi non è un lusso, ma una necessità”.

E’ quanto ha dichiarato Massimiliano Zamò, vice-presidente di Confindustria Udine, intervenendo questo pomeriggio a palazzo Torriani alla nona edizione di marketing.innova, evento nazionale annuale di riferimento per gli operatori del marketing e della comunicazione pubblicitaria.

L’incontro, intitolato “Ricrescita!”, è stato organizzato dal Gruppo regionale TP Associazione Italiana Pubblicitari Professionisti e dalla Delegazione regionale AISM Associazione Italiana Marketing del FVG, sotto l’egida degli Organi Direttivi nazionali, e promosso dalla sezione Marketing e Comunicazione del Gruppo Terziario Avanzato di Confindustria Udine, il cui capogruppo Giovanni Claudio Magon, nell’intervento di apertura,  ha rimarcato come “gli investimenti da parte delle aziende in comunicazione e marketing siano moltiplicatori di idee, di creatività e di opportunità”.

“L’obiettivo dell’incontro – spiegano i coordinatori dell’evento Tiziana Pittia, di Espressione srl e Vice-presidente vicario TP, e Giuseppe Carlini, Consulente di Direzione M.C. Management Consulting e Delegato Regionale AISM – è stato quello di fornire un quadro economico generale attendibile e proporre risposte tecniche praticabili per affrontare le situazioni che si presenteranno in Italia con l’obiettivo di promuovere il rilancio socio-economico. I partecipanti si sono potuti aggiornare sulle nuove tecniche di attacco su settori e mercati per intercettare la ripresa e limitare gli effetti della depressione causata dalla disoccupazione e dalla propensione negativa ai consumi”.

Dopo le presentazioni introduttive di Giuseppe Carlini, per l’Aism, e di Francesco Granbassi, coordinatore regionale TP, che hanno ricordato la funzione attualissima delle due Associazioni Professionali impegnate rispettivamente da 60 e 69 anni nella Qualificazione, Formazione e Aggiornamento di Risorse per le imprese e le professioni, il convegno è entrato nel vivo con la relazione di Andrea Cornelli, CEO Ketchum Italia e Presidente ASSOREL. Cornelli ha dato alcuni consigli legati alla sua esperienza professionale nell’ambito dell’efficacia della comunicazione. “Ci sono tre aspetti fondamentali da osservare: la costruzione di sinergie, l’attenzione alle valenze reputazionali e la capacità di venire percepiti come innovatori dove l’impegno in prima persona dell’imprenditore per trasmettere i valori della propria azienda risulta un fattore vincente”.

Sono seguite le due testimonianze aziendali di Andrea Zampa, titolare di Fibre Net srl di Pavia di Udine, e Emilio Giacobbi, titolare di Ottica E. Giacobbi nonchè Ad del Consorzio Ottico Italiano, Gruppo Greenvision, con 580 punti vendita in tutta Italia.

Zampa ha raccontato la storia della sua dinamica giovane azienda, cresciuta esponenzialmente come punto di riferimento per i materiali compositi nel settore dell’edilizia. “Il marketing è stato un valore aggiunto ai nostri prodotti. Abbiamo vinto, grazie a PrimaStudio, il Premio Parola d’Impresa nel 2013 come migliore pubblicità corporate. Ma non solo. Organizziamo 60 convegni all’anno per descrivere cosa facciamo. 45 Ordini degli Ingegneri hanno chiesto la nostra collaborazione per complessivi 1.200 crediti formativi e 3mila ore di formazione”.

Giacobbi ha invece puntato l’attenzione sul sistema di scambio di informazioni tra la sede principale e punti vendita. “Siamo riusciti così ad individuare un target preciso di clientela cui inviare le nostre promozioni e notizie sui nuovi prodotti che sta avendo un coefficiente di riscontro in termini di vendita molto elevato (oltre il 25%)”.

Quindi, è stata la volta di tre contributi sulle tecniche innovative di marketing e comunicazione pubblicitaria: Fabrizio Bellavista, partner Istituto di Ricerca Emotional Marketing, ha evidenziato, “per una comunicazione più efficace del territorio, la necessità di approfondire la grammatica del linguaggio emozionale”; Roberto Collavizza, responsabile Business NordEst di Telecom Italia nonché capogruppo Informatica e telecomunicazioni di Confindustria Udine, si è soffermato sulle opportunità digitali (“Ci sono fenomeni in atto nel mondo tecnologico che incidono in maniera significativa nella logica di marketing delle imprese, esempio l’utilizzo multifunzionale degli smartphone oppure l’internet of things (iot), le smart cities, gli wearable services (occhiali intelligenti). Dobbiamo essere bravi come industria delle tlc e dell’ict a diffondere questa cultura in modo da permettere le nostre aziende ad essere abilitate a intercettare i clienti in modo diverso”)  e Pasquale Diaferia, creative chairman Special Team, vice-presidente TP con delega Comunicazione Pubblicitaria Istituzionale e Rapporti sul Territorio, è intervenuto sulla nuova comunicazione per le aziende del terzo millennio. “Una ricerca europea ci dice che il 92% della popolazione ritiene marche e brand inutili. Le marche, al giorno d’oggi, sono credibili e vendono solo se realizzano prodotti utili e sposano valori e cause positive colmando così il vuoto delle istituzioni”.  Al termine è seguito un interessante dibattito tra i relatori e i partecipanti coordinato da Tiziana Pittia e Giuseppe Carlini.

 

 

 

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news