La CASTA PREDATRICE: Sgarlata alla guida del Consorzio, il “nuovo” che avanza!

Share Button

Gorizia, Sgarlata alla guida del Consorzio universitario, Botteghi (M5S): «Il “nuovo” che avanza! Questa classe dirigente inefficiente non si vergogna più di nulla»

casta predatrice

«Quasi increduli e ridendo amaro abbiamo appreso della nomina di Emilio Sgarlata alla guida del Consorzio universitario: il “nuovo” che avanza! Nel senso che non sapendo dove metterlo lo si sistema dove può svernare senza far danni, alla guida di un “Ente-Quasi-Inutile” come il Consorzio universitario, che ogni anno costa 200 mila euro, che sapremmo come meglio impiegare».
La capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio comunale di Gorizia Manuela Botteghi commenta così la nuova nomina di Sgarlata.

«Nel meraviglioso mondo di Poltrona-City, una volta ottenuto nella vita un qualsiasi incarico di peso, questo diventa per sempre, come un diamante: se non è uno, sarà l’altro.
Ieri la Camera di Commercio, oggi il Consorzio universitario, domani, Dio piacendo, una partecipata pubblica qualsiasi.
Niente di personale per carità, è proprio il “Sistema” che è così – afferma Botteghi -.
In modo condiviso e con larghe intese, ognuno sistema le proprie pedine sulla scacchiera, sempre le solite per non aver brutte sorprese, sempre tacitamente o rumorosamente d’accordo.
E così, si cumulano e accumulano incarichi, a prescindere (come direbbe Totò), senza tener conto delle competenze, dei conflitti di interesse (vedi il caso Medeot dei giorni scorsi), dell’indispensabile ricambio e rinnovamento, non solo generazionale».

«Tanto poi a pagare le conseguenze sono sempre i soliti – conclude Botteghi -: i cittadini e contribuenti che, ignari e digiuni, pagano il conto dell’inefficienza conclamata di una classe dirigente che non si vergogna più di nulla».

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news