Italico masochismo anti Italiano

Share Button

Mentre si sperperano milioni per dialetti vari e lingua slovena, la forbice di Mario Monti azzera i fondi per gli Italiani di Slovenia e Croazia e gli esuli d’Istria, Fiume e Dalmazia

Il consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia Bruno Marini (Pdl), con una interrogazione chiede al presidente della Regione Tondo di intervenire urgentemente in merito all’azzeramento, nella legge di stabilità presentata dal Governo Monti, dei fondi a favore degli esuli istriani, fiumani e dalmati e della minoranza italiana in Slovenia e Croazia, l’unica autoctona al di fuori dei confini italiani.

Sollecitando a Tondo l’intervento presso la presidenza del Consiglio dei ministri, il ministero degli Esteri e il ministero dell’Economia per risolvere la situazione, Marini fa riferimento a notizie di stampa circa la mancata previsione nella legge di stabilità dei finanziamenti per il biennio 2013-2015, e rileva che la legge in favore delle associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati si propone di sostenere le attività del patrimonio storico e culturale e che il suo finanziamento nel 2012 è stato già ridotto del 33% rispetto al 2010.

Marini ricorda inoltre che nel 2012 anche il sostegno dello Stato italiano alla minoranza italiana in Slovenia e Croazia è stato ridotto del 34%, che diventa 43% se rapportato al livello di contribuzione del 2003.

I tagli – conclude il consigliere – renderanno impossibile la prosecuzione nella realizzazione delle attività in favore della Scuola italiana, delle Comunità degli italiani e delle principali istituzioni ed enti che contribuiscono a produrre e sviluppare la cultura e l’identità italiana sul territorio.

 

 

 

 

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news