Menu
Categories
Interesse da Austria e Germania per ferrovie Friuli Venezia Giulia
16 Marzo 2012 Comunicati
Share Button

Il consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia Maurizio Bucci (PDL) in merito alla trattativa con Trenitalia considera valida e ampiamente condivisa la posizione dell’assessore ai Trasporti Riccardo Riccardi soprattutto alla luce dell’interessamento che stanno dimostrando verso il FVG le ferrovie di Austria e Germania.
E invita la Regione a tenere in considerazione anche altri aspetti sul tavolo della trattative con le Ferrovie Nazionali.

“Premesso che dobbiamo muoverci in un contesto europeo e che lo stesso Governo Monti parla di liberalizzazioni – fa notare Bucci – non si può non sottolineare come le ferrovie austriache, senza nessun tipo di finanziamento pubblico come invece avviene con Treni Italia, stiano facendo un ottimo lavoro sulla movimentazione merci all’interno del Porto di Trieste, e che tale opportunità potrebbe allargarsi anche alla movimentazione delle persone e delle autovetture.

La compagnia tedesca, inoltre, con un servizio speciale di trasporto passeggero più automobile – precisa Bucci – ha già attivato collegamenti su rotaia con le maggiori province germaniche che fanno capolinea a Trieste.

Se Trenitalia snobba, le ferrovie Tedesche e Austriache sono interessate”.

“Nella trattativa complessiva con le ferrovie italiane – continua Bucci – sarebbe anche opportuno chiedere il ripristino del collegamento Trieste-Lecce che sarebbe a costo praticamente nullo e non comporterebbe alcuna variazione negli orari nazionali, e inoltre, si dovrebbero rivedere gli orari di partenza da Trieste verso le coincidenze a Mestre con Roma e Milano, dove i nostri treni arrivano sempre cinque minuti dopo la partenza della coincidenza costringendo i passeggeri ad aspettare il successivo treno per un’ora in banchina”.

Lascia un commento
***