Incidenti sul lavoro: in FVG il 13% avviene su strada

Share Button

GLI INCIDENTI STRADALI IN OCCASIONE DI LAVORO

 auto

 

“La Commissione europea che, nel programma d’azione 2010-2020 per la sicurezza stradale, prevede l’obiettivo del dimezzamento del numero totale di vittime della strada nell’Unione, mette tra i principi fondamentali quello di incoraggiare i cittadini a farsi carico della sicurezza propria ed altrui sulle strade. Questo incoraggiamento europeo alla pro-attività ha trovato concretezza a livello locale nell’accordo di collaborazione che Confindustria Udine ha sottoscritto con l’Inail di Udine, l’Automobile Club Udine e la Polizia Stradale, proprio per promuovere attività di sensibilizzazione volte a contrastare gli incidenti stradali in occasione delle attività lavorative. Sono certa che con il contributo di noi tutti, con l’adozione delle tecniche basilari di guida sicura ed il rispetto delle regole, l’obiettivo di una significativa riduzione degli incidenti stradali può essere effettivamente raggiunto”.

E’ quanto ha dichiarato Lorena Del Gobbo, capogruppo Trasporti e Logistica di Confindustria Udine, aprendo a palazzo Torriani il seminario di aggiornamento dal titolo: “Il contrasto degli incidenti stradali in occasione di lavoro”.

L’incontro si è poi sviluppato attraverso una serie di suggerimenti pratici per la prevenzione e di principi base di guida sicura e sicurezza stradale.

Sabina Segatto, responsabile del Processo di prevenzione della sede INAIL di Udine, ha fornito alcuni dati statistici inerenti gli incidenti stradali in occasione di lavoro e in itinere. “L’evoluzione tendenziale vede un contrarsi degli infortuni nel settore dei trasporti controbilanciato però da una incidenza sempre maggiore di quelli in itinere, casa-lavoro e lavoro-casa”. Segatto ha aggiunto anche un altro dato interessante: nel 2012 in FVG l’87% delle denunce Inail di infortuni sul lavoro riguarda sinistri avvenuti in azienda, il 5% su strada per motivi di lavoro e l’8% in itinere, casa-lavoro e lavoro-casa.

Dal canto suo, Maddalena Valli, direttore Automobile Club Udine, ha ricordato le principali cause degli incidenti stradali. “In provincia di Udine oltre il 50% degli infortuni stradali è dovuto al comportamento del conducente: in primis, distrazione, velocità e mancato rispetto delle norme di circolazione stradale”.

Dopo che alcuni esperti dell’ACU hanno illustrato sia gli effetti sui comportamenti di guida esercitati da alcool, medicinali e colpi di sonno che alcune tecniche basilari di guida sicura è intervenuto Carlo Piraneo, ispettore capo Polizia di Stato di Udine a dare dei consigli pratici per la prevenzione degli incidenti stradali. “Il codice della strada – ha detto Piraneo – si fonda su leggi inequivocabili della matematica, della fisica, della cinematica e della fisiologia umana. Per cui se uno va a 130 all’ora e si distrae per 3 secondi il veicolo percorre 108 metri senza che nessuno, di fatto, lo guidi”.

 

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news