GORIZIA META PREFERITA PER I PROFUGHI

Share Button

ORETI: CON LE TENDOPOLI CONTINUA L’INCORAGGIAMENTO PER I PROFUGHI A RAGGIUNGERE IL CAPOLUOGO ISONTINO.

Oreti Fabrizio 01 (2)

Mentre le Nazioni confinanti blindano i confini con strumenti tecnici (filo spinato) .. con grande gioia per i nostalgici delle tende pro-profughi, tornano a Gorizia le strutture mobili per accogliere gli interminabili flussi di profughi.

Stavolta si ha avuto almeno il buon senso di non allestirle in pieno centro, rimane però per lo meno irrealizzabile riuscire a supportare i continui arrivi con delle tende che assieme ad altri fattori alimentano nuovi arrivi.

Questo il pensiero del capogruppo della lista civica “Per Gorizia” e coordinatore provinciale per Autonomia Responsabile, Fabrizio Oreti.

Purtroppo, Gorizia è già conosciuta come un luogo ideale dove stazionare e non soltanto per la commissione territoriale per richiedere lo status da profugo, soprattutto perché il nome del capoluogo Isontino è ormai conosciuto in mezza Europa per l’accoglienza a prescindere visto che qui una soluzione si trova sempre: se non sono alberghi, sono ricoveri messi a disposizione dagli enti religiosi ovvero centri di accoglienza, altrimenti ora son tornate di moda le tende.

Evidenzia Oreti – Considerato che la gran parte dei profughi passa le giornate al telefono per comunicare con i propri cari ma anche con gli altri profughi in giro per l’Europa, non mi meraviglio che menzionino le nostre zone come meta ideale da raggiungere dal nord e sud Europa (Austria, Germania, rotta balcanica).

Le organizzazioni sensibili all’accoglienza continuano a sottolineare di non aver più posto per accogliere, sicuramente le tendopoli non risolvono tali problemi visto che queste decisioni finiscono per incentivare nuovi flussi in arrivo.

Con il nuovo contesto geopolitico in atto – conclude Oreti – Gorizia rimane in attesa, da oltre un anno e mezzo, che la regione batta un colpo su un piano celere e attuabile di equa distribuzione dei richiedenti asilo sul territorio considerando che, nonostante gli alleggerimenti sporadici, i numeri crescono di ora in ora.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news