GIORNALISMO: VINCITORI PREMIO CIGANA

Share Button

Vincitori e Motivazioni del Concorso giornalistico nazionale Premio Simona Cigana” – Edizione 2014-2015

Simona Cigana

CATEGORIA GIORNALISMO D’INCHIESTA

————————————————————————————

Vincitori e Motivazioni del Concorso giornalistico nazionale Premio Simona Cigana” – Edizione 2014-2015

PRIMO PREMIO EX AEQUO

Mattia Pertoldi (assegno € 1.200 + pergamena)

Coinvolgente inchiesta sulla preziosa attività di un gruppo di giovani volontari friulani che sono riusciti a richiamare l’interesse del mondo sul trattamento disumano dei malati di mente in alcuni Stati africani.

Come schiavi”, in messaggero veneto.it. 27 febbraio 2015

Tommaso Botto (assegno € 1.200 + pergamena)

Inchiesta sulle difficoltà di accesso delle partorienti italiane all’ospedale di Nova Gòriza, in Slovenia, dopo la chiusura del punto nascite di Gorizia. Ironica denuncia su barriere architettoniche, segnaletiche, linguistiche.

Chiuso punto nascite di Gorizia: partorire in Slovenia con il linguaggio dei segni?”, in dovatu.it. 12 ottobre 2014

 

SECONDO PREMIO EX AEQUO

Gaetano Pecoraro (assegno € 550 + pergamena)

Inchiesta di denuncia senza riserve sull’operato di una società che gestisce il Cara (Centro di accoglienza per richiedenti asilo politico) di Gradisca d’Isonzo, “terminal” della cosiddetta rotta balcanica.

Accoglienza Spa. Gorizia, la Lampedusa dell’Est”, in Piazza Pulita” (La 7). 9 marzo 2015

 

Cristina Scanu (assegno € 550 + pergamena)

Inchiesta di denuncia sui danni economici, provocati da alcune cooperative a soci e ad aziende che eseguono lavori commissionati dalle stesse cooperative, e sulle facilitazioni finanziarie al sistema cooperativo.

I privilegi inaccettabili delle coop”, in “La Gabbia” (La 7). 15 dicembre 2014

 

SEGNALAZIONI SPECIALI GIORNALISMO D’INCHIESTA

Alessandra Betto (Targa Domovip Italia + diploma)

Reportage sul grande contributo alla scienza e alle famiglie, dato dall’équipe medica di Francesco Tomei, direttore della struttura di fisiopatologia della riproduzione umana dell’Ospedale di Pordenone, all’avanguardia in Italia.

Il medico che fa nascere i bimbi”, nell’edizione pordenonese de Il Gazzettino. 15 marzo 2015

Lorenzo Degrassi (Targa Confartigianato Pordenone + diploma)

Indagine retrospettiva sulla contesa fra Trieste e Salonicco di essere sede dell’Expo nel 2008, risoltasi con l’attribuzione dell’evento a Saragozza, con un dubbio quasi ironico: occasione perduta o scampato pericolo?

Dalla delusione al sollievo”, in Quaderno de domingo (supplemento domenicale dello spagnolo El Periodico de Aragòn). 14 dicembre 2014

Clelia Delponte (diploma)

Originale indagine sull’allevamento e il consumo dei polli e della ricaduta sulla salute dei consumatori, nella quale spicca la parte surreale, quasi una pièce teatrale, delle dichiarazioni dirette di tre ideali “rappresentanti” del popolo avicolo.

La figura del pollo”, nel periodico pordenonese La Città. Luglio 2015

Melania Lunazzi (diploma)

Reportage di ricerca dedicato ai luoghi e alla storia della Repubblica della Carnia, la repubblica comprendente la Carnia e le Valli Pordenonesi nel territorio libero proclamato alla fine dell’estate 1944 dalla Resistenza al nazifascismo.

Montagne Carniche. Sognando una società migliore”, in Meridiani Montagne (bimestrale Editoriale Domus). Aprile 2015

Bruno Oliveti (diploma)

Racconto di un viaggio in Ucraina e analisi dei riflessi drammatici della guerra sulla comunità degli emigrati che tornano a casa per le feste pasquali. Protagoniste le badanti e le colf che lavorano in Friuli Venezia Giulia.

Badanti: le sentinelle arrivate dall’Est”, in Primo Piano, Messaggero Veneto. 24 aprile 2015

Giovanni Ortolani (diploma)

Reportage sul testamento biologico di fine vita, focalizzato su una serie di iniziative pubbliche a Trieste che pongono la città all’avanguardia, grazie a interventi religiosi, politici, amministrativi di alto valore sociale.

A Trieste il testamento biologico è già realtà”, in fai notizia.it (settimanale di Radioradicale). 10 novembre 2014

 

CATEGORIA GIORNALISMO SPORTIVO

PRIMO PREMIO

Pier Paolo Simonato (assegno € 1.200 + diploma)

Esaltazione delle passioni genuine dello sport nella brillante, agile intervista a un ex giocatore di San Giorgio della Richinvelda che vanta un raro precedente storico: un rigore parato al campionissimo Lionel Messi.

Quando parai il rigore a sua maestà Leo Messi”, nell’edizione pordenonese de Il Gazzettino. 17 maggio 2015

SECONDO PREMIO

Andrea Rinaldi (assegno € 800 + diploma)

Divertente servizio televisivo su una originale trovata popolare a Staranzano (Gorizia): pentole a pressione da cucina su una superficie ghiacciata, in sostituzione delle tradizionali“stones” delle gare ufficiali di Curling.

L’altro Curling”, in Buongiorno Regione (Rai Friuli Venezia Giulia). 23 gennaio 2015

 

SEGNALAZIONI SPECIALI GIORNALISMO SPORTIVO

Guerrino Bernardis (Targa Coni + diploma)

Ricerca circostanziata sulle difficoltà delle società calcistiche triestine per dilettanti che si trovano di fronte a un blocco operativo delle attività, causa il ritardo dell’intervento pubblico nella sostituzione del fondo di plastica dei campi sportivi.

I campi in scadenza”, sull’edizione di Trieste de Il Piccolo. 22 giugno 2015

Pier Paolo Cautero (diploma)

Storia di vita di un promettente grande atleta “costretto” a diventare ingegnere informatico a causa di un infortunio. Descrizione breve ed efficace, con linguaggio pulito, evitando abilmente enfasi e trionfalismo.

Cecolin, da talento nel salto in alto a ingegnere informatico di successo”, nell’edizione udinese de Il Gazzettino. 1 aprile 2015

Stefano Crocicchia (diploma)

Semplice e chiara esposizione di un singolare episodio che dimostra quanto la passione per lo sport non possa essere limitata da ostacoli dovuti ai confini geografici, mentali e culturali.

In Germania per studiare e per arbitrare”, nell’edizione pordenonese del Messaggero Veneto. 24 aprile 2015

Jan Grgič (diploma)

Piacevole profilo di Marko Matic, il giocatore sloveno dell’Udinese, promessa del calcio internazionale, sullo sfondo dell’avventura umana della sua famiglia, incominciata durante la guerra che dissolse la Jugoslavia.

Iz Precnika v Udinese”, nell’edizione triestina del Primorski Dnevnik. 31.10.2014

Monika Pascolo (diploma)

Circostanziata intervista al nuovo allenatore dell’Udinese Calcio, riferita all’uomo-Stramaccioni di fronte a valori positivi: la famiglia, il figlio in arrivo, la passione per il calcio, i giovani e il senso del dovere.

Che orgoglio un figlio friulano!” , settimanale La Vita Cattolica. 20.11.2015

 

CATEGORIA GIORNALISMO ECONOMIA/ARTIGIANATO

PRIMO PREMIO

Franco Bortuzzo (assegno € 1.000 + diploma)

Servizio coinvolgente sulla grande e inimitabile capacità creativa, tecnologica e umana dell’artigiano tra Pordenonese e Potogruarese: la storia di una famiglia di geniali costruttori di biciclette che hanno fatto del loro lavoro un’eccellenza nel mondo.

Gemmati. Polvere d’acciaio, saldature di storia”, in tuttobiciweb.it. 1 maggio 2015)

 

SECONDO PREMIO

Elisa Marini (assegno € 500 + diploma)

Descrizione rapida ed efficace di un artigiano-artista creatore di abiti femminili e di quadri con residui di stoffe e legno, in un laboratorio pordenonese che, dal 1977, opera all’insegna di creatività, sensibilità, duttilità.

L’artigiano del taglia e cuci”, nell’edizione pordenonese de Il Gazzettino. 12 aprile 2015

 

SEGNALAZIONI FUORI CONCORSO

Raimondo Domenig (diploma)

Ampia indagine-studio dedicata ai mille anni della Foresta di Tarvisio, Libro ricco di dati storici, tecnici, immagini che evidenziano uno dei vanti della terra di confine che include Italia, Austria e Slovenia, storicamente unite dalla natura, nonostante i confini.

Foresta di Tarvisio. Patrimonio naturale e culturale”, (collana Aviani & Aviani editori). Presentazione 19 dicembre 2014

Redazione

1 comment

  1. gianni says:

    Nov 9, 2015

    Rispondi

    Complimenti!

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news