Menu
Categories
FVG: Rosolen, da dove sbucano i 186,5 milioni a disposizione?
15 Giugno 2011 Comunicati
Share Button

Trieste, 14 giu – La consigliera regionale del gruppo Misto, Alessia Rosolen, ha presentato un’interrogazione sull’avanzo di bilancio, approvato nei giorni scorsi dalla Giunta regionale, con la quale chiede da dove sbuchino i 186,5 milioni di euro a disposizione “dopo sei mesi di annunci grondanti lacrime e sangue. Sei mesi di richieste (del mondo produttivo e degli enti locali) respinte con un lapidario: non ci sono soldi”.

Secondo la Rosolen “la manovra finanziaria, così come è stata impostata, lascia più di qualche perplessità. Anziché investire in prospettiva, si scelgono misure demagogiche come il bonus una tantum di 100 euro in più ai pensionati. È questa la strategia politica della Giunta? L’elemosina istituzionalizzata?”.

La consigliera puntualizza che “è giusto garantire risorse agli anziani con pensioni minime, ma ci sono strumenti molto più efficaci per alleviarli dalle difficoltà quotidiane.

“La politica dovrebbe avviare percorsi di ampio respiro, puntare sull’abbattimento delle imposte che gravano sui redditi medio-bassi, non limitarsi a interventi pronti all’uso che non hanno futuro. Soprattutto, servono misure mirate per i giovani, le vere vittime di questa congiuntura economica, e per i figli.

“Per mesi sono state sottratte all’economia risorse preziosissime, che oggi si vogliono impiegare nel modo più elementare, per soddisfare un populistico appetito di consenso immediato. E poi? Ci sono idee per il sistema dei servizi sociali?

“L’auspicio è che la manovra possa essere ritoccata e migliorata. Da parte mia, c’è tutta la più buona volontà a dare un contributo e sono ovviamente fiduciosa di poter esprimere un voto positivo all’assestamento di bilancio. Ma servono risposte vere, chiarezza e prospettiva a un tessuto economico e produttivo che, ancora lontano dall’uscita dalla crisi, ha bisogno oltre che di ammortizzatori sociali, di misure di sostegno strutturali”.

Lascia un commento
***