FVG: Autonomie Locali approvano FINANZIARIA 2012

Share Button

Approvati dal Consiglio delle Autonomie Locali del Friuli Venezia Giulia, riunitosi oggi a Udine, gli schemi della finanziaria regionale per il 2012 e del bilancio di previsione 2012-2014, predisposti dalla Giunta regionale.

Presenti gli assessori regionali alle Finanze, Patrimonio e Programmazione, Sandra Savino, e alla Funzione Pubblica,
Autonomie Locali e Coordinamento delle Riforme, Andrea Garlatti, l’organismo consultivo del sistema delle autonomie ha infatti raggiunto a larga maggioranza l’intesa – solo tre astenuti – sulle disposizioni dello schema di disegno di legge finanziaria regionale per l’anno 2012 riguardanti i trasferimenti finanziari agli Enti locali.

Parallelamente ha dato parere favorevole, a maggioranza, agli schemi di legge finanziaria regionale per il 2012 e di legge regionale di approvazione del bilancio di previsione per l’anno 2012 e per gli anni 2012-2014.

Come aveva specificato in apertura dei lavori, presieduti da Ettore Romoli, l’assessore Sandra Savino, la manovra finanziaria ipotizzata per il 2012 prosegue lungo il cammino già impostato dal presidente della Regione, Tondo, dando attenzione all’innovazione (23 milioni di euro) e alle attività produttive (35 milioni) con l’obiettivo di attivare l’economia del territorio.

Con questo scopo la vera novità della finanziaria del 2012, come ha evidenziato la Savino, è rappresentata dalla riduzione della pressione fiscale per le imprese,  attraverso la riduzione di un punto percentuale dell’IRAP.
 
Le minori entrate per la Regione però nulla avranno a che vedere con la riduzione della spesa di 77 milioni di euro che è stata imposta dalla UE al Friuli Venezia Giulia per il 2011.

La riduzione dell’IRAP comporterà però contestualmente la decurtazione dal bilancio 2012 della voce del Credito compensativo (10 milioni di euro per il 2011 richiesto da 5000 imprese).
Perché al beneficio derivato dal nuovo calcolo dell’IRAP accederanno le imprese di tutti i settori produttivi:
interesserà circa 95 mila aziende.

La manovra della Regione a ulteriore supporto al tessuto economico-produttivo del Friuli Venezia Giulia non intaccherà, secondo la Savino, i settori dei servizi essenziali quali la sanità e il sociale.
L’Amministrazione ha anche deciso di sopperire direttamente al taglio dell’intero ammontare dei finanziamenti dello Stato al Fondo per l’autonomia possibile (12 milioni di euro).

Verranno anche ampliati i finanziamenti per gli ammortizzatori sociali.

Al sistema delle Autonomie saranno garantite risorse leggermente inferiori rispetto all’esercizio precedente.
Anche in questo caso la Regione si dimostra in controtendenza rispetto alla maggioranza delle altre realtà italiane.

Al trasporto pubblico locale sarà assicurato un pur lieve incremento delle risorse, da 122,83 a 125,08 milioni di euro.

Sono altresì state integrate, come ha aggiunto la Savino, le poste di bilancio sui benefici per l’acquisto dei carburanti e della prima casa (saranno finanziate le domande che saranno presentate fino al prossimo 30 novembre), e per gli assegni del diritto allo studio.

L’assessore regionale alla Funzione Pubblica, Autonomie Locali e Coordinamento delle Riforme, Andra Garlatti,
ha evidenziato l’attenzione posta dalla Giunta nella predisposizione dello schema di disegno di legge finanziaria per il 2012 nei confronti degli enti locali.

A differenza delle altre Regioni italiane, che hanno previsto per il prossimo anno tagli consistenti ai finanziamenti al sistema delle autonomie, la riduzione dei fondi che saranno destinati alle Province, ai Comuni e alle Comunità montane del Friuli Venezia Giulia, rappresenta l’1,75 per cento rispetto alla posta di bilancio erogata quest’anno per lo stesso comparto.

Più specificamente, come ha dettagliato Garlatti:
i trasferimenti ordinari a Province, Comuni e Comunità Montane passeranno da 391.785.062,00 euro (previsione iniziale del 2011) a 384.936.565,00 euro ( importo previsto per l’anno 2012).
Con una riduzione percentuale dell’1,75 per cento.

In particolare, i Comuni riceveranno 335.011.358 euro (nel 2011: 340.971.625), le Province 42.969.581 euro  (43.734.063 nel 2011), mentre per le Comunità montane il trasferimento passerà da 7.079.374 euro a 6.955.625 euro.

Verranno poi confermati i medesimi importi dello scorso anno a sostegno delle spese per il comparto unico, che sono pari a 36.911.091.
Nonché un’ampia serie di trasferimenti, finalizzati, per esempio, ai plessi scolastici dei comuni montani e ai comuni
turistici.

Nonché il finanziamento delle funzioni trasferite ai sensi della Legge regionale 24 del 2006, pari a 24.224.221 euro.

Come ha spiegato Garlatti, la percentuale limitata dei tagli ai finanziamenti alle autonomie locali è stata possibile, da parte della Regione, grazie alla riduzione del proprio indebitamento avviata dal presidente Tondo già all’inizio del mandato, ma anche al blocco del turn over, al contenimento delle spese di funzionamento (personale, beni e servizi), e alla riforma dei servizi informatici dell’Amministrazione.

Garlatti, nel corso della seduta odierna, ha altresì accolto alcune proposte avanzate dai rappresentanti delle Province e dei Comuni rappresentati nel Consiglio delle autonomie, confermando il clima di collaborazione che vige all’interno del sistema degli enti locali.

Il Consiglio ha poi dato parere unanimemente favorevole (16 votanti) a due regolamenti rispetto ai quali la Giunta regionale aveva già deliberato.

Si tratta del Regolamento per la concessione ai Comuni dei contributi per interventi volti alla rimozione e allo smaltimento dei rifiuti abbandonati o depositati da ignoti su aree del territorio comunale di proprietà pubblica o privata.

E del Regolamento per il funzionamento degli impianti di cattura di uccelli e la cessione ai fini di richiamo, che reca i criteri per la determinazione del numero di esemplari catturabili, indica i mezzi di cattura consentiti, le modalità di gestione degli impianti, i controlli sull’attività degli impianti, le modalità di cessione degli uccelli.

Redazione

1 comment

  1. […] e amministrativi della nostra Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia …Leggi tutto l'articoloFVG: Autonomie Locali approvano FINANZIARIA 2012Approvati dal Consiglio delle Autonomie Locali del Friuli Venezia Giulia, riunitosi oggi a Udine, […]

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news