Fondi UE FVG: il peggior marketing della nostra vita

Share Button

PROSEGUE IL TEATRINO DEI FONDI EUROPEI!
PER BOLZONELLO, VICE DI SERRACCHIANI, IL POR FESR 2007-13 IN FRIULI VENEZIA GIULIA E’ STATO ADDIRITTURA UN TRIONFO: SI DIMENTICA PERO’ DI DARE I TOTALI DI SPESA CERTIFICATA, PARLA ANCORA AL FUTURO (E’ FINITO!), NEMMENO ACCENNA AL FURBO TAGLIO DI BUDGET DELL’ULTIMO MOMENTO (DA 300 MILIONI A 233.195.227,00 €, QUESTA E’ L’UNICA CIFRA CERTA CHE HA SAPUTO DARE). L’ENFASI E LA NECESSITA’ DI SPENDERE IN FRETTA (!) FA PRESAGIRE IL PEGGIO POSSIBILE RIGUARDO A COME SONO STATI SPESI QUESTI SOLDI (FRUIZIONE TURISTICA DI BOSCHI E MALGHE!). NON IL MINIMO RIFERIMENTO AL PROBLEMA DEI CERTIFICATORI (ECOSFERA E ERNST&YOUNG). I GEIE E LE DECINE DI RICORSI? NON PERVENUTI. NON HA PARLATO DI ITALIA-SLOVENIA (DISIMPEGNO!), NEMMENO UN ACCENNO ALL’UCCELLO DA 80MILA EURO… FIGURARSI AMMETTERE CHE IL PIANO FINANZIARIO PER IL POR FESR 2014-20 E’ DIMINUITO DEL 23%!!!

 

01 POR FESR

Ecco il comunicato di oggi, forse uno dei più difficili da digerire in questo ultimo scampolo di democrazia (ovviamente, anche questo, pagato da noi, ci autofinanziamo le balle!)
Sembra un comunicato della Banca Popolare di Vicenza!

 

POR-FESR: BOLZONELLO, PER 2007-2013 SPESA AVANZATA E AFFIDABILE

“Vanno salutati con soddisfazione i positivi risultati sull’attuazione del Por Fesr 2007-2013, in particolare per il significativo avanzamento della spesa nel 2015, con la copertura quasi completa dei pagamenti, e l’elevato indice di affidabilità riscontrato dai valutatori indipendenti”. Lo affermato il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello a margine dei lavori dei Comitato di sorveglianza sul Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo per lo sviluppo regionale (Fesr) di cui è stato esaminato lo stato aggiornato di attuazione.

La riunione si è tenuta all’auditorium della sede della Regione di Udine. L’evoluzione della spesa nel 2015 (prendendo in esame i pagamenti dal 31-12-2014 al 31-8-2015) ha condotto di fatto alla chiusura di quattro dei sei assi su cui si articola il Programma: per l’asse 1 (Innovazione, ricerca, trasferimento tecnologico e imprenditorialità) è stato addirittura raggiunto un livello di spesa pari al 103% della dotazione assegnata (di gran lunga la più cospicua), pari a 107,2 milioni di euro. Anche l’asse 2 (Sostenibilità ambientale) ha di fatto garantito la realizzazione di tutte le operazioni finanziarie, con il 96,6% dei pagamenti, così come l’asse 4 (Sviluppo territoriale), con il 99,8%. Piena certificabilità delle risorse entro la fine dell’anno anche per l’asse 6 (Assistenza tecnica) – con un avanzamento dei pagamenti pari all’89,1% -, mentre le percentuali sono dell’84,5% e del 74,6% rispettivamente per l’Accessibilità e l’Efficienza energetica. Come ha potuto rilevare l’Autorità di Gestione Lydia Alessio-Vernì, “la stragrande maggioranza degli interventi risulta conclusa”.

Le tre fasi della certificazione della spesa, dell’attestazione e dell’effettuazione dei controlli ha ricevuto un riscontro positivo anche dal valutatore indipendente che ha operato una serie di verifiche, su un campione di spesa pari a 5 milioni nel periodo compreso tra luglio 2014 e giugno 2015. Ne è emerso un livello di affidabilità “alta” con una proiezione di tasso di errore pari allo 0,60%  sul totale della spesa riferita al programma 2007-2013 che, va ricordato, godeva di una dotazione complessiva pari a 233.195.227,00 euro.

Giorgio Martini, rappresentante del ministero dello Sviluppo economico, ha manifestato soddisfazione per il resoconto odierno che, anche sotto il profilo della comunicazione, ha incassato un
“parametro elevato” da parte del valutatore indipendente. Per la Commissione europea era presente Luigi Nigri, che ha potuto ascoltare l’illustrazione di tre esemplificazioni di come il Programma Por Fesr 2007-2015 si sia tradotto in progetti concreti nel settore della ricerca e sviluppo: nel settore dell’informatizzazione degli accessi al porto di Trieste, in interventi a favore della fruizione turistica di boschi e malghe e nell’innovazione applicata alle cabine di manovra per le gru di un’azienda di Porcia.

ilsilenzioèmafia

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news