FAVIGNANA, RISCHIO DI CROLLO A CALA ROTONDA

Share Button

Ai primi di Luglio sono stati posizionati numerosi cartelli che vietavano la balneazione un po’ in tutta l’isola di Favignana (Tp).
Nottetempo i più sono stati rimossi: atti vandalici che hanno comunque trovato il plauso (brutto scriverlo ma è così) di locali e di turisti che rilevavano l’assurdità di tale cartellonistica, allarmante ed equivoca (non s’è mai capito alla fine il motivo di tali divieti, attualmente invisibili).

2 scivolo cala rotonda crolla (2)
Nel mentre, però, un casotto di tufo (ovviamente pieno di immondizie) sta crollando su uno ‘scivolo’ molto frequentato dai turisti: in fondo a Cala Rotonda, infatti, una vecchia struttura, abbandonata a se stessa, è pericolante, mangiata dal vento e dall’inguaribile incuria.
Sinora quest’area è stata mantenuta pulita e ordinata dai villeggianti, organizzatisi autonomamente stante l’assoluto disinteresse di Comune, Amp, Vigili etc.

00 scivolo cala rotonda crolla
Questo casotto è periclitante da qualche anno, ora è evidentemente pericolante: ci segnalano infatti che nelle ultime ore addirittura si sono distaccati alcuni pesanti mattoni dagli angoli portanti, rovinando un paio di metri più in basso sui teli da mare dei bagnanti che, fortunatamente, si trovavano in acqua tra i magnifici pesci.

2 scivolo cala rotonda crolla (1)
Ovviamente, come accade quotidianamente, le autorità non intervengono: tanto, i cartelli sono stati pilatescamente posizionati; anche se nessuno li legge, perché sono durati una manciata di ore, la forma burocratica è probabilmente salva.

3 scivolo cala rotonda crolla
Se poi ci scappa il ferito (o il morto, visto che taluni ignorano il pericolo e si sdraiano al sole proprio sul tetto in Eternit), le numerosissime istituzioni salveranno comunque la faccia?

Redazione

1 comment

  1. vincenzo says:

    Ott 13, 2016

    Rispondi

    Ciao Direttore chi non muore si fa sentire.
    Quel casolare è un reperto non si può demolire, perchè da li inzierà un punto di ristoro vinto al Tar di Catania contro la fu famosa AMP ed il don chisciotto di turno il sindaco.
    Indaca su sua moglie mi hanno riferito che è stata assunta dalla Ustica Lines in Ufficio ed anche Nicola Torrente si e fatto assumere ed ha fatto assumere delle ragazze in biglietteria per preparare la prossima campagna elettorale.al sindaco vi giunta un avviso di garenzia capo ufficio tecnico ed ad un impiegato. saluti

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news