Famiglie friulane destinate all’estinzione. La Regione ripristini almeno il bonus bebè

Share Button

«In Friuli Venezia Giulia bisogna assicurare l’equità di trattamento tra cittadini. Qui si sono date maggiori garanzie ad alcune categorie a discapito di altre». A sollevare il problema l’assessore della provincia di Udine alle politiche sociali Elisa Battaglia dopo che, nei giorni scorsi, ha ricevuto una richiesta di aiuto da parte di un cittadino friulano.

gravidanza205-330680

 

«Questo signore – spiega Battaglia –, costretto sulla sedia a rotelle, nel 2014 è diventato papà di due gemelle. Per essere nate quest’anno, le bimbe non hanno diritto a ricevere il bonus bebé. Diritto soppresso dalla Giunta Serracchiani per tutti indistintamente – prosegue Battaglia-. Se pensiamo però alle tante agevolazioni concesse ad alcune categorie come gli immigrati, balza agli occhi come la Regione abbia perso di vista alcune priorità ovvero la salvaguardia e la tutela delle nostre famiglie. Che i friulani, per il fatto di fare pochi figli, siano destinati all’estinzione, secondo i dati attuali, è incontrovertibile. Ma bisogna andare a fondo nell’analizzare questo problema: anche in Friuli Venezia Giulia le famiglie sono lasciate da sole ovvero, se i singoli non hanno un “welfare familiare” fatto di nonni o parenti che aiutano le giovani coppie che mettono al mondo figli va tutto in tilt visto che, alla voce “aiuti alle famiglie”, in Friuli Venezia Giulia c’è la desolazione: ci sono pochi aiuti economici, poche strutture. In una situazione del genere, una singola richiesta di aiuto è la punta di un iceberg che nasconde una serie di enormi problematicità che di certo non possono essere risolte con un bonus una tantum come il bonus bebé, ma di sicuro, l’averlo eliminato a fronte di una crescente domanda e l’aver lasciato inalterati se non aumentati i fondi destinati ad altri capitoli di spesa, fa molto preoccupare. Invito dunque la Giunta Serracchiani – ha chiosato Battaglia –, pur comprendendo il difficile momento dal punto di vista delle risorse finanziarie, a tornare sui suoi passi e a ripristinare, con l’assestamento di bilancio di luglio, questo tipo di aiuto per le famiglie».

 

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news