Ex #M5S: Rizzetto restituisce la password del Meetup e chiede il rimborso (ironico)

Share Button

Spassosa bagarre digitale nel defunto Meetup di Udine sul lungo tergiversare del leader di Alternativa Libera nel restituire le password di amministrazione del blog. Il tema dei soldi: redditi, compensi, beneficenza…

walter rizzetto organizer

La profezia di Grillo, all’indomani delle elezioni del 2013, fu questa: <<Almeno il 15 per cento di voi potrebbe tradirmi, l’ho già messo nel conto>>. E i Giuda del M5S ci sono stati, eccome.
La diaspora più eclatante è stata quella del 27 Gennaio scorso: dieci fuoriusciti, anziché dimettersi, formano addirittura un nuovo gruppo parlamentare, Alternativa Libera, di cui Walter Rizzetto, di Tricesimo (UD), è il capogruppo.
Molti elettori chiedevano le dimissioni dei transfughi di M5S: questi invece han fatto un partitino, uno dei tanti.
I portavoce dei M5S eletti in Friuli Venezia Giulia si sono “scusati con chi nel febbraio del 2013 ha votato MoVimento 5 Stelle. Siamo sicuri, però, -hanno detto- che i nostri elettori sanno che il MoVimento è altro rispetto a questi ‘signori’ che hanno venduto l’anima e qualche voto a quelli che dicevano di voler mandare a casa”. Non vi sarebbe altro da aggiungere…
Ma la base si è fatta sentire, eccome!, e Rizzetto è stato affrontato in strada da attivisti che gliele hanno cantate…

Insomma: Rizzetto &Co han fatto proprio quello che chi li ha votati non desiderava.
Ma Rizzetto -e i suoi fan– avanzano la difesa burocratica: l’art. 67 della Costituzione (ma è tanto bella ‘sta costituzione?), ossia che “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”.
Che tradotto sta a significare: tu mi eleggi, io poi faccio quello che voglio. E così ha fatto Rizzetto (e gli altri), andando velocemente a consultarsi con Matteo Renzi (l’ex nemico numero 1).
Questa cosa qua si chiamerebbe trasformismo: un trasformismo repentino, non v’è dubbio.
Ma i “suoi”, quelli del Meetup di Udine, hanno invece atteso un bel po’, oltre un mese, perché Rizzetto restituisse le chiavi d’accesso al Meetup del quale era ‘organizer’ (una sorte di amministratore web).

walter rizzetto alternativa libera

Ora, senza entrare nei meccanismi di questi gruppi, visto che Rizzetto stesso ha ritwittato gli insulti e le maledizioni a lui inviate, riportiamo quanto gli hanno scritto i suoi “vecchi” amici dei quali, non avendo cariche pubbliche, omettiamo nomi e cognomi.
Tutto parte da un’esternazione dal titolo “Uscita dal Meetup”: “In qualità di coorganizer ho deciso di uscire da questo meetup in quanto ritengo che dopo due settimane in attesa che venissero consegnate le password del meetup sia arrivato il tempo di non aderire più ad un meetup di Walter Rizzetto in segno di assoluta trasparenza nei confronti degli attivisti del MoVimento 5 Stelle e per affermare con dignità di non voler essere in alcun modo associato alla formazione politica Alternativa Libera… questo meetup non si capisce cosa sia, un meetup del MoVimento oppure di Alternativa. Io voglio essere sicuro che nessuno abbia alcun dubbio sulla mia appartenenza politica”.

Prima risposta di un iscritto: “Naturalmente adesso esco dal meetup”.
E, leitmotiv di letteratura pentastellata: “se il signor Rizzetto ha deciso di dimettersi….bene è una sua scelta, liberissimo di farlo …nessuno lo obbliga a continuare… però abbia la decenza di ritornarsene a casa sua a fare quello che faceva prima…nel rispetto di chi l ha votato e di chi non ha più niente nemmeno il lavoro…”
Pane al pane e vino al vino: non ci stai? Non ce la fai più? Dimettiti!

Quindi una voce, nel forum del Meetup Udine: “Sono tentato di restarci perché se il Genio di Tricesimo dovesse indire qualche riunione, nessuno potrà togliermi il diritto di parteciparvi ed avere così l’occasione e la soddisfazione di sputargli in faccia di persona”.
E lo stesso commentatore così specifica all’obiezione di Rizzetto, più avanti definito anche “l’Einstein di Tricesimo”: “Ognuno si qualifica a modo suo: lei per aver tradito le aspettative degli elettori, in primis le mie. E si qualifica anche per l’onorevole comportamento rispetto alle credenziali del presente blog, ed a tutto quanto sta venendo a galla circa le sue manovrine romane” e “Lei, Onorevole dei miei stivali, se qualcuno la ha vista in passato, certamente, per salute e gioia di tutti, non la rivedrà in futuro”.

Il nocciolo della questione viene così rappresentato: “Hai sbagliato tutto: questo è un movimento di gente che ha una dignità: vai nel P.D. così potrai portare i voti tuoi ed aggiungerli a quelli dei cinesi e del marocchini”.
Poi nella discussione, che parte formalmente da una presunta riunione alla mezzanotte di un giorno “x” alla quale qualcuno vorrebbe partecipare ma non si è capito dove, si inserisce una mozione che viene votata da quattro gatti (‘ben’ 65) e che un fan di Rizzetto commenta così: “### UDINE: RIZZETTO vs GRILLEGGIO 34 A 31 ###”.
Boh? Si tratterebbe di una non meglio identificata “Bozza”…
Un commentatore si esprime così: “Metà di questo meetup è contro M5S e a favore di AL ,chi si è astenuto ha dato libero arbitrio ai 34 ,ed ora di fatto qua dentro ci sono dei dissidenti che lavoreranno contro M5S.Questo è quanto le aree moderate producono a questi sono i risultati,cioè il disfattismo più assoluto senza prendere mai una posizione”.

Aree moderate, disfattismo, senza mai prendere una posizione: ci sta, quindi, anche il trasformismo di Rizzetto?
Ma allora Rizzetto voleva/vuole davvero versare il suo bacino elettorale telematico nella sua nuova entità politica?
Forse si, forse ci è riuscito, chi lo sa? Fatto sta che “ancora le sospirate credenziali non ci sono e si rimane appesi a promesse fatte e rifatte ed ancora non mantenute da parte della Sirena di Tricesimo”.

Rizzetto parla spesso di soldi; suo commento quando venne insultato dopo la sua fuoriuscita fu: “Mi sarei goduto lo stipendio pieno, tra l’altro inferiore a quanto guadagnavo prima di questa esperienza.”

rizzetto redditi 2012
Giovane (39), esperto e ricco: nel 2012 avrebbe guadagnato 109mila euro come venditore porta a porta di pannelli solari: è quel che risulta dalla situazione patrimoniale del parlamentare friulano; nel documento pubblico vi è una nota che sottolinea ancor più l’esperienza del politico Rizzetto: “per i redditi relativi all’attività di incaricato alle vendite si è esonerati dall’obbligo si presentare la dichiarazione annuale dei redditi”.
Parla spesso di soldi, dicevamo, ne è una conferma un commento postato sul sito del Meetup che poi, a quanto pare, ha sbloccato l’impasse delle credenziali di amministrazione: “Rizzetto è persona intelligente e quindi non può non capire che un’azione risarcitoria per danni morali, a fronte del recente torto da lui recato al M5S e a questo meetup, che ha contribuito a farlo entrare in parlamento, spetta a lui e non viceversa. Pertanto, onestà e riconoscenza vorrebbero (e sono sicura che lo pensa anche lui) che egli cedesse le password senza pretendere alcun rimborso per spese di apertura e rinnovo del meetup, sempre che le spese siano state interamente sostenute da lui e non anche attraverso la cassa del meetup. Del resto, se era disposto ad aggiungere la stessa cifra, proponendo di darla in beneficenza, lasci perdere questa discutibile proposta e ceda semplicemente le password, senza nulla pretendere”.

rizzetto venditore porta a porta

Che cosa? “Rimborso per spese di apertura e rinnovo del meetup”?
Si, è quel che Rizzetto ha scritto in questo caloroso scambio di opinioni: “”Ma considerato che si parla sempre di soldi, facciamo così: calcoliamo i costi (pochi eh…) di gestione dall’apertura ad oggi, io raddoppio la cifra con i miei, e li diamo in beneficenza a qualche organizzazione. Ditemi se ci state”. Tanto, lui c’ha i ‘bezzi’…
Replica di un iscritto: “danni provocati a migliaia di persone dalle azioni di un traditore”.
E un altro: “Se uno voleva essere corretto ha avuto ormai un mese di tempo per dimostrarlo. L’evidenza dei fatti invece dice che il personaggio corretto non è; non lo è stato nelle sue decisioni, non lo è stato nei rapporti con gli iscritti, con gli elettori e con i cittadini; continua a non esserlo occupando posti che non gli competono. Come si fa a credere che un bugiardo simile abbia un soprassalto di dignità e consegni quelle password che avrebbe dovuto ormai consegnare da tempo?
La cosa che mi meraviglia di più è come ci sia ancora qualcuno che si fa così ingenuamente prendere all’amo”.

rizzetto organizer soldi

Il tema del denaro la fa da padrone; un altro commentatore: “Sono stati eletti entrambi i campioni di coerenza (non dimentichiamoci di Ariis). Bugiardo fino in fondo. Tra l’altro non riesco a trattenermi dal ridere di fronte alla sua necessità di convincere i lettori che lui non necessita di soldi ‘con tutta la compravendita che sto facendo’ spiegando tra parentesi che la sua notazione era ironica e ben sapendo che tutti noi pensiamo che di ironico abbia ben poco”.
Spassosi i commenti che volgono alla chiusura di quest’incredibile battibecco: ”Le reazioni del Copernico di Tricesimo, che la sa lunga in materia di orbite di influenza e di solari eliocentrismi politici, non rimane che trarre le ormai evidenti conclusioni: Maramaldo di Tricesimo appellandolo con qualificativi tipo ‘traditore’ e similari ed invitandolo, secondo le tradizioni valide fin dalle origini del Movimento ‘affanculo’.”
Affanculo è nel lessico grillino, una variante del ben noto “VAFFA”: Rizzetto, anche se ha fondato un partito, non avrà dimenticato il suo DNA politico…

Ah.. dimenticavo: ieri ha restituito la password.

Chissà qual’era? $…€…£ ?

 

 

 

Tommaso Botto

1 comment

  1. Mattia Uboldi says:

    Feb 16, 2015

    Rispondi

    Ben tornato, Dovatu.it!

    Mattia Uboldi

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news