Esuli giuliano-dalmati offesi dal #730precompilato: Italiani fatti passare per Iugolsavi

Share Button

“Presso la sede dell’ANVGD, una delle principali associazioni nazionali degli esuli giuliano dalmati, stanno giungendo segnalazioni di esuli che nel modello precompilato del nuovo 730 la loro provenienza appare IUGOSLAVIA, violando così gravemente la Legge n. 54/1989, la quale dispone che tutte le amministrazioni pubbliche nel rilasciare attestazioni, dichiarazioni, documenti in genere, a cittadini italiani nati in comuni già sotto la sovranità italiana ed oggi compresi nei territori ceduti ad altri Stati, quando deve essere indicato il luogo di nascita dell’interessato, hanno l’obbligo di riportare unicamente il nome italiano del comune, senza alcun riferimento allo Stato cui attualmente appartiene.

ESULE GIULIANA
Inoltre le amministrazioni sono obbligate, su richiesta anche orale del cittadino stesso, ad adeguare il documento alle norme della presente legge. A ciò ha fatto seguito anche la Circolare Ministeriale n. 15 del 5.08.1999, la quale ribadisce quanto contenuto nella legge, affermando che ciò è in applicazione del principio che l’evento nascita rimane ancorato al tempo ed al luogo in cui è avvenuto.”, dichiara Rodolfo Ziberna, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia.

“Tra le tante denunce pervenute all’ANVGD, vi è un esule da Zara che denuncia come “nel visionare i miei dati anagrafici del 730/2015 precompilato, sono sobbalzato sulla sedia. Nonostante nell’anagrafica del mio cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate compaia regolarmente il comune di nascita: “nato a Zara (ZA)”, nel 730/2015, alla voce “comune di nascita” è indicato: “IUGOSLAVIA”, provincia di: “EE”.
Per tale mostruosa oscenità mi ritengo, oltre che disgustato, gravemente offeso oltraggiato e violato nei miei sacrosanti diritti. L’Agenzia delle Entrate, oltre che manifestare una completa ignoranza storica, non è nemmeno a conoscenza che la Jugoslavia non esiste più da oltre vent’anni, e non conosce nemmeno le norme italiane (L. 54/89)”, aggiunge Ziberna.

“Visto anche l’elevato numero di esuli dalle terre d’Istria, Fiume e Dalmazia che risiedono nel Friuli Venezia Giulia, sono intervenuto con una interrogazione alla Presidente della Regione Debora Serracchiani per sollecitare un intervento urgente presso il governo nazionale al fine di apportare immediati sul programma informatico che genera i nuovi modelli 730/2015 i necessari correttivi, anche perché la pubblica amministrazione ha l’obbligo di farlo, non solo per il fatto che ciò offende, umilia ed indigna una parte rilevante della popolazione del Friuli Venezia Giulia e tutti gli esuli che vivono nel resto del Paese”

 

Rodolfo Ziberna

Gruppo Forza Italia – Consiglio Regionale FVG

 

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news