Dopo l’Egitto… i Viaggi allucinogeni di Repubblica (Gruppo Espresso)

Share Button

10 righe di comica follìa: se, alla Repubblica, si occupano così di turismo, figurarsi di tematiche meno leggere, quali politica, economia, Esteri, gay e il loro incubo B.

FearAndLoathingInLasVegas 1998

Il 18 Luglio, su Repubblica Viaggi, appare “Isole di relax. Quasi  da toccare”, esilarante excursus su un tot di isole che circondano l’Italia. Una nostra lettrice ce l’ha segnalato, chiedendoci di fare attenzione a quanto scritto, in dieci righe appunto, sull’isola di Favignana.

Vai col liscio!

Essere o non essere?: “E’ possibile sbarcare sull’isola con l’auto, però la circolazione é consentita solo un’ora dopo l’arrivo del traghetto e degli aliscafi”.
Egregi colleghi, funziona così: ci si imbarca a Trapani, con l’auto, su di un traghetto (sull’aliscafo non c’è modo di fare salire le auto); si arriva dopo meno di un’ora al porto di Favignana (quella banchina artificiale davanti al paese, dove si vedono tante barche e barchette ormeggiate su impareggiabili acque cristalline); il traghetto ormeggia (la poppa del traghetto s’avvicina piano piano alla banchina e la nave viene fissata  alle britte con lunghe e grosse corde); quasi all’istante il portellone si apre di novanta gradi circa, divenendo un ponte, lungo il quale scendono le auto che da lì si dileguano, andando dove vogliono e lasciando subito libero il passaggio ai mezzi che invece partono (tecnicamente questo sistema si chiama Ro-ro, roll-on/roll-off).
Se le auto si fermano sulla banchina, rischiano una salata multa dalla Capitaneria.
Chiunque, dopo un’ora d’attesa al porto, d’Estate, potrebbe subire un collasso cardiocircolatorio…

Perle ai porci: “Da vedere anche La Casa del tonno (via Roma 12) per procurarsi il migliore souvenir dell’isola”.
I Carabinieri, in particolare il Nac, Nucleo Antifrodi, non la pensano proprio come voi: http://www.dovatu.it/news/come-ti-insabbio-il-tonno-contraffatto-10241/ (non lo sapevate? su quale pianeta vivete? ).
Questa è complicità!
Ma, dico io, cercare giusto “tonno favignana” su Google prima di infilare le marchette commerciali?

Perla ‘rosa’: “…quale tipo di costa scegliere… se rosa e sabbiosa come a Cala Azzurra”.
A Cala Azzurra non fa così tanto caldo da giustificare questa visione: il mare è azzurro e il fondale è bianco.
Scopiazzare da internet non è giornalismo…

Chicca di chiusura: “Per rinfrescarsi dalla calura estiva, ci si ferma al Bar Due Colonne per uno spuntino”.
Bar? Spuntino? E’ uno dei migliori ristoranti e se non prenoti, spesso, non trovi nemmeno posto!

Un mix di invenzioni, insomma, su Favignana: come la notizia della chiusura del Museo del Tonno (ex stabilimento Florio) data da Repubblica poche ore prima della sua riapertura. Notizia scopiazzata male proprio da queste pagine.
Come altre recenti foto scopiazzate senza citare l’autore.

Noi non citiamo l’autrice di questo ‘pezzo’, forse vittima di un precariato dilagante.
Anche se, contattata per tempo, non ha risposto.

Ma è di moda non rispondere, all’Espresso, vero Cerno? vero Monestier?
Pro memoria, repetita iuvant:
http://www.dovatu.it/news/tommaso-cerno-sposa-stefano-mazzolini-celebra-omar-monestier-skipass-come-confetti-10261/
e
http://www.dovatu.it/news/messaggero-veneto-gruppo-espresso-se-i-giornali-sono-cosi-figurarsi-litalia-e-gli-alpini-10603/

 

 

Tommaso Botto

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news