DIVULGATE MAIL DELL’ASSESSORE. PANONTIN CHIEDE INTERVENTO INSIEL

Share Button

Urlano all’hacker ma cosa contengono di tanto scottante quelle e-mail?

A seguito della violazione del sistema regionale di posta elettronica, del furto e della divulgazione della sua posta personale, l’assessore alla Funzione pubblica e ai Servizi informatici Paolo Panontin ha annunciato che presenterà una denuncia alla competente Procura della Repubblica, chiedendo di procedere nei confronti degli ignoti responsabili del reato.

piraten

Il furto e l’utilizzo ai fini di divulgazione della corrispondenza informatica, in base agli articoli 616 e 617 del Codice penale, configurano gravi reati e rendono indispensabile una azione degli inquirenti.

Nella sua qualità di assessore con delega ai Sistemi informatici, chiederà alla società controllata Insiel un’immediata azione di indagine, intesa a verificare le modalità dell’avvenuta effrazione informatica. L’Amministratore delegato di Insiel spa, in particolare, è stato personalmente invitato a procedere con la necessaria celerità e a relazionare in merito.

L’assessore regionale ha rilevato l’inaudita gravità dell’episodio, non solo in quanto rappresenta una intollerabile violazione della segretezza della corrispondenza ma soprattutto perché questo fatto costituisce un attacco alla sicurezza dei dati della Pubblica Amministrazione regionale. Dunque, saranno prese tutte le misure necessarie, giuridiche e tecnico-informatiche, intese a colpire i responsabili e a impedire il ripetersi di altri simili episodi delittuosi.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news