Costituita la Giunta delle elezioni del Friuli Venezia Giulia

Share Button

Il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Franco Iacop, ha comunicato di aver costituito la Giunta delle elezioni, da lui presieduta – che nei prossimi giorni inizierà a lavorare per la convalida dei neo eletti consiglieri – chiamando a farne parte i PD Daniele Gerolin e Vincenzo Martines, Emiliano Edera dei Cittadini, Alessio Gratton di SEL, Valter Santarossa (Aut. Resp.), Rodolfo Ziberna (Pdl), Claudio Violino (LN) e Andrea Ussai (M5S).

friuli-venezia-giulia

Tra le altre determinazioni dell’Ufficio di presidenza, l’assegnazione mensile – a decorrere da giugno – ai Gruppi consiliari per il loro funzionamento (complessivamente 67.712 euro), calcolata in base all’attuale normativa che già l’ha ridotta della metà, ma che verrà ulteriormente rivista per adeguarsi alle linee guida sulla spending review indicate dal Governo Monti.

È stata anche fatta una prima valutazione sull’assegnazione degli spazi ai Gruppi consiliari che, con minime variazioni, dovrebbero
mantenere grossomodo l’attuale collocazione, e su altre questioni di carattere logistico: anche in questo caso – in virtù del
diminuito numero dei consiglieri regionali rispetto alla precedente legislatura – sarà possibile limare alcune voci di spesa.

Un addetto in meno nella  segreteria del presidente del Consiglio regionale e il  congelamento dei fondi riservati sono due dei  provvedimenti che  il presidente Franco Iacop ha portato all’attenzione dell’Ufficio  di presidenza, inseriti in un corposo ordine del giorno.

Il fondo spese riservate del presidente, attualmente di 35.000  euro l’anno, non verrà utilizzato in attesa che vengano adottati  gli atti necessari (modifiche al Regolamento interno e variazioni  di bilancio) per farlo confluire nel fondo spese di  rappresentanza, per il quale verrà previsto un puntuale  regolamento di utilizzo e di rendicontazione.

Una politica alla luce del sole – così l’ha definita Franco Iacop  – in virtù della quale ogni nostra azione dev’essere trasparente,  responsabile, controllabile e, senza cadere nella retorica, seria  e onesta, come la gente ci chiede. E che si inserisce nella  logica del risparmio, come impone la situazione generale del  Paese.

Infine, una serie di atti dovuti riferiti alla corresponsione  degli assegni vitalizi a chi ha maturato i tre requisiti riferiti  età, cessazione dal mandato, regolarità dei versamenti. Inoltre,  la sospensione del beneficio a chi è ritornato in Consiglio  regionale dopo una o più legislature di assenza. È bene ricordare  che il sistema dei vitalizi è stato abolito a partire da questa  legislatura, sostituito da un regime contributivo facoltativo  previsto dal decreto Monti.

Il presidente Iacop ha comunicato, in chiusura, che il Consiglio  regionale tornerà a riunirsi martedì della prossima settimana (28
maggio), alle 10.00, per il dibattito e il voto sulle  dichiarazioni programmatiche rese all’Aula dalla presidente  Serracchiani.

Redazione

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news