Consiglio Comunale di Favignana: Pagoto 2, Sammartano 0 (e una sostituzione prima del fischio d’inizio)

Share Button

(Quando i Siciliani silenzieranno i telefoni?)
Mentre dilaga il tormentone musicale made in Favignana ‘MARE DI GUAI’ dello spensierato orafo marettimaro Salvatore Aleo (una di quelle figure che sono venute a mancare al turismo italiano sostituite dall’indigeribile marketing turistico), un’altra moda italiana è invece venuta a mancare all’odierna riunione del Consiglio Comunale di Favignana (Isole Egadi): ‘le larghe intese’. Era ora.

Infatti, durante la prima assemblea dei neo-eletti, sia il presidente che il vicepresidente sono stati attribuiti alla maggioranza.
Presidente (riconfermato nella carica) è stato eletto all’unanimità Galuppo Ignazio Quarto.
Vicepresidente è stata eletta (a maggioranza) Ezia Crimaudo.

sammartano

Qui tocca una riflessione, altrimenti non avrebbe avuto senso non andare al mare attorno a Mezzogiorno: il presidente è stato eletto in cinque minuti, la carica di vicepresidente è stata attribuita dopo un’ora, tra interventi e pausa tecnica.

Nemmeno l’uscita di scena del consigliere di minoranza (Patto egadino – Sammartano sindaco) Geraldo Gibarosa, dichiarato decaduto anche se dimessosi per ‘problematiche sopraggiunte strettamente personali’ e surrogato dalla consigliera Sabrina Ferraiuolo, ha preso sì tanto tempo.
Ma questa è, oltrechè la democrazia, la politica.
Politica mediterranea, stigmatizzata da uno scambio formalissimo di battute tra il consigliere di minoranza Braschi (“Siamo disponibili a condividere la vicepresidenza,.. c’è qualcosa che non va.., apriamo gli orizzonti…”), che solo alla quarta presa di parola ha scandito Ippolita Sammartano come vice di Galuppo, e il consigliere di Egadi in movimento Donato Sardella (“La maggioranza ha un suo ruolo.., Lei a che titolo parla?, volevo tranquillizzarla…”), uno scambio che, intervallato da una pausa di 25 minuti, ha in qualche modo alluso alle intenzioni di voto dei due schieramenti.

Da notare che la premessa di Braschi “Facciamo politica” (‘se non qui, dove?’ verrebbe da commentare) è stata totalmente negata dalla sua leader Sammartano Ippolita: “Vorrei che le considerazioni politiche restassero fuori da quest’aula: io non sono una politica, non conosco le dinamiche, sono una cittadina che osserva”.

Infatti la maggioranza l’ha lasciata ad osservare, negandole la vicepresidenza.

Il sindaco Giuseppe ‘Peppe’ Pagoto ha quindi giurato, designato la giunta, ricambiando i gentili auguri della Sammartano, estendendoli cavallerescamente all’altra candidata, Janet Bertolini, e garantendo che sarà “il sindaco di tutti i cittadini delle Egadi e che la gente si attende molto da noi”.

Tommaso Botto

Commenti

Nome *

Sito web

Ultime news