Menu
Categories
BUON NATALE CONCORSO MAIALE
26 Dicembre 2012 Inchieste
Share Button

Le domande del quiz preselettivo del concorso pubblico per un posto all’ufficio stampa del Comune di Udine. La sagra dell’enigmistica di una tracotante burocrazia così puntigliosa che… non si accorge che il bando ha un grave difetto!

Il Mago Zurlì in completo grigio e scarpette di pelle nera ha ideato un bel quiz, con 80 domande di cui forse dieci hanno attinenza con il ruolo a concorso: più che una preselezione per giornalisti, è parso un delirio d’onnipotenza e di autocelebrazione del posto fisso di segretario comunale.

Infatti, già stoppata in precedenza, si è tenuta venerdì 21 Dicembre a Udine la ‘prova’ preselettiva a crocette per accedere alle prove scritte ed orali che determineranno chi vincerà l’economicamente ambito (con inquadramento contributivo Inpgi1!) posto di funzionario di ufficio stampa del Comune di Udine.

Su 180 iscritti (compilando e consegnando qualche modulo e pagando 5€ di tassa d’iscrizione), si sono presentati in circa sessanta (da tutta Italia ma soprattutto dal Friuli Venezia Giulia) nella fredda aula A del polo scientifico dell’Università di Udine, alle 13.30 di Venerdì 21 Dicembre.

La predizione della fine del mondo, secondo il chiacchiericcio Maya, si è in parte realizzata: il mondo imploderà su se stesso schiacciato dalla cieca e tracotante burocrazia italiana, arrogante quanto inefficiente e dannosa, arroccata sui suoi privilegi di casta, che ragiona per compartimenti stagni e risulta impietosamente imperturbabile dallo schiacciante divario tra economia privata (diffusa, combattiva e reale) e comparto pubblico (elitario, molle ed illusorio).

Anziché alle 13.30 (ora ufficiale d’inizio della prova), la commissione si è presentata mezz’ora in ritardo, disbrigando annoiata la trafila dei riconoscimenti e dell’assegnazione delle istruzioni (con etichette che riportano personali codici a barre da incollare su foglio risposte e su foglio individuale e i punteggi che attribuiranno il valore +1 alla risposta esatta, il valore -0,33 alla risposta errata e -0,07 alla risposta mancante); solo alle ore 15 i candidati hanno ricevuto le buste con le domande, potendo iniziare così la prova un’ora e mezza dopo il previsto.

Prova che non si sa cosa garantirà visto che, nelle tante comunicazioni riferite a questo concorso, si precisa che ‘la nomina del vincitore resta subordinata ai vincoli assunzionali stabiliti da emanande norme nazionali e/o regionali in materia di contenimento delle spese di personale‘. Ma ‘assunzionali‘ è italiano?..

Il quiz a domande chiuse è parso la sagra dell’enigmistica: metteremmo volentieri alla prova uno solo dei sei commissari a fare il lavoro del giornalista per un giorno solo (un giorno da giornalista sia chiaro, non dalle 8 alle 14…), vedendo quanto utile per la professione gli risulterebbe avere azzeccato una sola di quelle ridondanti, equivoche e inutili risposte.

Una nota ai ‘perfettini’ che ci amministrano pubblicamente e che hanno organizzato questa colossale ‘presa per il culo’ ai danni di tanti professionisti più che validi: si rendono conto che il loro bando, già dalle prime righe, è bislacco e di logica e di diritto? Infatti, nei requisiti, si richiede l’impossibile: ‘essere giornalisti professionisti E pubblicisti’.
Caro Segretario Comunale, nei suoi DPR, nelle sue Circolari Ministeriali, nei suoi disposti riguardo alla figura del portavoce che il suo Comune nemmeno ha, le hanno spiegato qual è la differenza tra la congiunzione ‘e’ e la ‘o’ ?

Ecco a voi le 80 domande/risposte:

"6" Comments
  1. si proprio una presa per il culo. un giorno di ferie, tre ore di treno e mi sono trovato quei fogli. avrei voluto uscire subito ma non si poteva

  2. Sono Jasmina, giornalista professionista di Trieste, ovvero una dei 180 iscritti a questo bando fantozziano. Colui che l’ha stillato nemmeno sa che non si può essere contemporaneamente sia pubblicisti che giornalisti professionisti (in mezzo ci sono solamente una cosa chiamata praticantato e un’altra chiamata esame di stato), però dai candidati pretende una preparazione impeccabile a 360 gradi, anche su argomenti che non hanno nemmeno attinenza con il ruolo a concorso. Ora, leggendo le domande del quiz preselettivo, sono felice di aver deciso di non presentarmi e di non dedicare, come per i bandi passati, giornate intere a prepararmi. Perché forse a chi redige questi bandi non viene in mente che oltre a prepararci per i bandi, dobbiamo anche MANTENERCI. Non è la prima volta, ne probabilmente l’ultima, che siamo trattati SENZA RISPETTO. Questo bando bislacco rappresenta l’ENNESIMA DELUSIONE per la professione che ho scelto. Da tempo mi vengono offerte esclusivamente collaborazioni mal retribuite. In pratica mi viene negata l’opportunità non solo di crescere professionalmente, ma anche di esercitare con dignità la mia professione. Ma giunge il momento, quando il troppo stroppia…

  3. Una porcata del genere da Roma in giù avrebbe scatenato la furia degli dei. E’ accaduto nel civilissimo nord e quindi dobbiamo pensare che è tutto regolare?

  4. E NESSUNO CHIEDE MAI SCUSA

  5. Si!!!!Con questi quiz dovremmo essere amministrati da delle menti erudite,nella realtà di ogni giorno mi trovo ad interloquire con “emeriti” impiegati che non hanno mai colpa se non quella di essere (a detta loro ) li… la P.A. dimostra giorno per giorno di essere… lo specchio di questa italietta che hanno lasciato creare!!!!!Tutti a casa!!!!

  6. ci si nasconde dietro fumosi “indovinelli” per premiare non il più preparato ma “1l” raccomandato

Rispondi a denzel
***