Gerenza

 

“Video meliora proboque, deteriora sequor”

DOVATU manina a grappolo

Tutto su Dovatu

 

Dovatu è un modo di dire, un’esclamazione usata dai parlanti un dialetto italiano, ibrido tra friulano e veneto, diffuso in un risicato  territorio che abbraccia due sponde del fiume Tagliamento, negli ultimi chilometri della sua corsa verso  il mare.

Dovatu echeggia soprattutto a Bibione, Lignano, San Michele, Latisana, Fossalta e Portogruaro, località prossime alla foce  dell’importante corso d’acqua. Lo si sente ogni tanto anche più su, risalendo di qualche chilometro il fiume  (Tiliment in friulano, Tajamento in veneto), a Cordovado, San Vito, Varmo e Codroipo.

È, quindi, sintesi di due culture, quella friulana e quella veneta, spesso più distinte nelle apparenze che non nelle analogie concrete.

È, come la sua terra, un modo di dire genuino: mutuato dal friulano “dulà vatu?”, corrisponde a “dove vai?”.

Questa locuzione interiettiva assume spesso un significato più profondo, allusivo, anche irriverente: il “dove stai andando” implica  un’opinione ed esplica una critica ironica, anche umoristica, sulle scelte adottate e sulle idee pronunciate.

Spesso è accompagnato ad un gesto tipico dell’italianità: far oscillare la mano rivolta verso l’alto, unendo tutti i polpastrelli,  con le dita raccolte a grappolo. Una gestualità che introduce al dubbio.

Questa è l’espressione web di Dovatu, rivista d’opinione, dove cronaca e vicende s’intrecciano a riflessioni ed inchieste.

 

All about Dovatu

 

Dovatu is a turn of speech, an exclamation used by speakers of an Italian dialect, hybrid between Furlan and Venetian, a tight spread  in an area that encompasses both sides of the river Tagliamento, in the last kilometers of its course towards the sea.

Dovatu echoes particularly in Bibione, Lignano, San Michele, Latisana, Fossalta and Portogruaro, locations next to  the mouth of the important river. It feels sometimes even higher, going up the river a few kilometers  (Tiliment in Furlan, Tajamento in Venetian), in Cordovado, San Vito, Varmo and Codroipo.

It is, therefore, a synthesis of two cultures, friulan and venetan, often more distinct in appearance than in concrete analogies.

It is, as its land, a genuine idiom: borrowed from the friulan “dulà vatu?”, matches “where are you going?”.

This interrogative phrase often takes a deeper meaning, suggestive, even irreverent: “where are you going” implies  a critical review and expressed ironic, even humorous, on the choices made and the ideas given.

It is often accompanied by a typical gesture of Italianity: rocking the hand facing up, combining  all the fingers, fingers picked bunch.
A gesture that introduces doubt.

This is the web expression of Dovatu, opinion journal, where news and events are interwoven with reflections and inquiries.

 

 

GERENZA

DOVATU _ Periodico d’opinione

Testata registrata presso il Tribunale di Udine, n° 25 del 9 Novembre 2010

Proprietario: Tommaso Botto

Direttore Responsabile: Tommaso Botto

Redazione: via Jacopino del Torso 41/21 33100 Udine (Italia)

e-mail: info@dovatu.it

 

 

 

Ultime news